Una vittoria ed una sconfitta per l’Amatori Catania nel triangolare amichevole di Biella

Nella foto Giustolisi in azione

Tornare in campo, riassaporare il gioco e la mischia, passione e cuore pensando al grande coach Ezio Vittorio. Fiammate e ventate di Amatori Catania oggi nel primo match del triangolare amichevole contro un Biella tosto e forte. Partivano a pieni giri i padroni di casa assestando due mete, trasformate entrambe, per il 14-0. Amatori Catania che subiva l’avvio veemente e la confidenza con il campo da ritrovare. I ragazzi di Garozzo però serravano i ranghi, salivano e prendevano dominio e campo. Dominio soprattutto con il pacchetto di mischia che andava forte e soprattutto prendeva campo e mete. Gli etnei piazzavano un parziale importante, riappropriandosi di distanze, sostegni e automatismi provati in allenamento. L’Amatori Catania ritrovava passo dopo passo tutto questo e Cosentino usciva fuori schiacciando l’ovale della prima meta etnea della rinascita. Era sul pezzo la formazione di Garozzo con accanto il team manager Vinti, provava soluzioni e trovava due nuove mete con il giovane e talentuoso Di Sano. Delle tre trasformazioni Madero centrava i pali in una sola occasione. Biella restava in partita, gara dura e maschia come rugby vuole, ma con caparbietà e voglia, l’Amatori Catania si portava a casa la vittoria nella prima gara el triangolare per 14-17 al meglio dei 40 minuti.

Nella seconda sfida Amatori contro Rugby Parabiago, Head Coach Garozzo cambiava tutto e dava spazio alle seconde linee, ai giovani guardando soprattutto al match di campionato contro Noceto avendo un roster ad oggi corto. I giovani in gara due davano tutto, ma ancora mostravano dei passi indietro rispetto ai titolari. L’Amatori Catania stavolta non riusciva a stare sul pezzo, lottava ma cedeva alla formazione del Rugby Parabiago per 22-0 pagando stanchezza e rotazione.

“Ottimo test, soprattutto gara 1 contro Biella – afferma il team manager Max Vinti – abbiamo pagato all’inizio l’eccessiva distanza dai campi e dal ritmo partita, ma poi siamo venuti fuori bene, soprattutto con la mischia. In gara due volevamo vedere altre cose e per noi va bene così, nonostante la sconfitta contro Parabiago”.

“Sono soddisfatto – aggiunge anche il tecnico Salvo Garozzo – con prima gara che mi ha consegnato ottimi segnali dopo il mese abbondante di preparazione e nonostante assenze pesanti come Calamaro e Palmieri. Abbiamo dominato con la mischia e ci siamo espressi bene anche sugli esterni contro una formazione importante come Biella non sarà facile per nessuno vincere. In gara due non potevo spremere lo stesso quindici e abbiamo deciso di dare spazio ai giovani che sono ancora indietro, ma che mostrano voglia e volontà. Dobbiamo guardare a Noceto con fiducia, ma trovando anche soluzioni importanti a partita in corso”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*