Presentato a Catania il volume di poesie “Reportage dall’anima” di Brigida Morsellino

Da sinistra Angelo D'Agosta, Emilia Belfiore, Agata Sava, Brigida Morsellino, Giovanni Anfuso, Giovanna Mangiù, Ph. Santo Consoli

“Questo libro è affascinante, ricco d’interiorità, un gioco d’anime: Brigida Morsellino sa donarsi, e chi legge la accoglie in un abbraccio”. Così la scrittrice Agata Sava ha descritto “Reportage dall’anima”, volume di poesie di Brigida Morsellino pubblicato per i tipi di GAEditori, presentato giovedì nel Museo Diocesano di Catania con il regista Giovanni Anfuso, presente l’Autrice.

Tra gli applausi del numeroso pubblico, emozionatosi per la lettura di alcune delle liriche, selezionate da Anfuso e affidate agli attori Angelo D’Agosta e Giovanna Mangiù, accompagnati dalle suggestioni musicali della violinista Emilia Belfiore.

“Un libro strano, bellissimo – ha detto Anfuso, parlando di “Reportage dall’anima” – commovente ed emozionante allo stesso tempo. Già il titolo è un racconto pieno d’immagini e suggestioni. Non è un libro di poesie in senso tecnico, ma è un libro pieno di poesia. Come tutti i grandi, Brigida Morsellino canta in questo volume la vita a venire e la sua bellezza”.

Brigida Morsellino, Ph. Santo Consoli

“Una raccolta di riflessioni sgorgata dall’anima – ha spiegato Brigida Morsellino -, un messaggio nato dall’introspezione e mutatosi in positività, ottimismo come si diceva. Questo, credo, consente ai lettori di rivedersi in quel che ho scritto. Mi sono messa a nudo con la massima semplicità. Già scrivere per sé stessi è cosa grande, farlo per gli altri significa donarsi”.

“E questo – ha concluso – è un volume pensato per chi verrà dopo di me, per chi leggerà e vorrà conoscermi meglio. E spero di farne altri di questi doni. Perché un libro è qualcosa di tangibile e che resta”.

In sala, oltre agli editori Gaetano Amoruso e Antonello La Piana, anche una nutrita rappresentanza di docenti e allievi dell’Istituto nautico di Catania, di cui Brigida Morsellino è preside.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*