Serie A2, La Copral Muri Antichi battuta in trasferta 9-7 dalla Vela Ancona

Samuele Longo, Copral Muri Antichi

Si ferma a quattro la striscia positiva della Copral  Muri Antichi che ad Ancona è costretta alla resa al termine di una partita difficile e interpretata non al massimo dai ragazzi di Kovacic rispetto alle ultime uscite. Merito anche di Ancona che ha difeso bene e ha colpito quando doveva soprattutto con l’uomo in più. Muri a tratti contratta e costretta ad inseguire per gran parte del match e mai capace di mettere il muso avanti nel punteggio (agguantato solo il pari in due occasioni).

LA PARTITA. L’inizio di gara è appannaggio della squadra di casa, grazie al doppio vantaggio realizzato dai due Milletti. La Muri si sblocca ad inizio secondo parziale con Longo, ma Pugnaloni con l’uomo in più risponde prontamente. Schilirò dalla distanza e Marangolo in chiusura di tempo con un bel pallonetto portano la Copral al primo pareggio dell’incontro (3-3). Nel terzo parziale Ancona continua ad avere buone percentuali con l’uomo in più grazie a Pierpaoli e successivamente con Pantaloni direttamente su calcio di rigore. Schilirò, alla seconda marcatura, sul primo palo beffa Bartolucci Donati, ma subito dopo è +3 Ancona (7-4) col portiere locale che continua a parare bene. Zovko tiene ancora tutto aperto con una bella girata che ristabilisce le due lunghezze di distacco ad un solo parziale dal termine dell’incontro. Nel quarto tempo è Scebba che trascina i suoi prima con l’uomo in più poi con una conclusione dalla distanza che schizza sull’acqua e finisce in rete per il nuovo pareggio (7-7). È un continuo batti e ribatti, con gli anconetani che ritrovano il gol con Mattia Milletti da posto 5. I Muri nel finale sono troppo timidi non riescono a scardinare la difesa locale, con Ancona che a meno di 20 secondi dal termine realizza dal centro con Ercolani per il definitivo 9-7.

LE INTERVISTE. “Oggi non siamo stati all’altezza delle ultime nostre prestazioni – dichiara il presidente Spinnicchia – non è andata bene e abbiamo perso contro una buona squadra quindi nulla da togliere ad Ancona che ha meritato di vincere. Non possiamo recriminare quando non si gioca al massimo, prima o poi doveva succedere, però se vogliamo stare nelle zone alte della classifica dobbiamo tornare al nostro livello già dalla prossima partita. Speravo di strappare qualcosa, la settimana era stata molto rassicurante, peccato non sia successo ma saremo pronti a reagire subito”.

“Siamo mancati in concentrazione e soprattutto in attacco siamo stati troppo lenti. Voglio salvare i ragazzi a livello caratteriale – ammette mister Kovacic – hanno saputo reagire sul -3. Noi vogliamo vincere sempre, però adesso digeriamo questa e già pensiamo alla prossima. Potevamo anche prendere un punto, Ancona però ha meritato di vincere perché ha giocato bene. Non posso dire di essere totalmente scontento, i ragazzi sono giovani e dalle sconfitte si cresce”.

VELA NUOTO ANCONA-COPRAL MURI ANTICHI 9-7

VELA NUOTO ANCONA: E. Bartolucci Donati, G. Ercolani 1, M. Pugnaloni 1, S. Pantaloni 1, J. Riccitelli, F. Alessandrelli 1, M. Milletti 1, N. Breccia, T. Milletti 2, D. Bartolucci 1, F. Baldinelli, R. Pieroni, A. Pierpaoli 1. All. Pace.

COPRAL MURI ANTICHI: G. Spampinato, A. Scebba 2, V. Nicolosi, D. Zovko 1, P. Impellizzeri, M. Marangolo 1, S. Camilleri, S. Longo 1, A. Nifosì, V. Belfiore, L. Muscuso, A. Schilirò 2, P. Lazzara. All. Kovacic.

Arbitri: Petronilli e Carrer.

Note. Parziali: 2-0, 1-3, 4-2, 2-2. Uscito per limite di falli Marangolo (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Vela Nuoto Ancona 5/14 + un rigore e Copral Muri Antichi 3/13.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*