All’angolo di via Oliveto Scammacca e via Milano contenitore per defecazioni canine stracolmo, a terra e puzzolente da settimane, la segnalazione del Comitato Vulcania

Incrocio via Milano e via Oliveto Scammacca

Allarme igienico-sanitario, fra le vie del quartiere Borgo-Sanzio, lanciato dal Comitato Vulcania che segnala all’Amministrazione il problema dei contenitori delle cosiddette deiezioni canine stracolmi e non svuotati da settimane da chi di competenza, in particolare all’angolo tra Via Milano e Via Scammacca. Quindi chi civilmente provvede all’ottemperanza della raccolta dei bisogni dei propri animali, non trova altro da fare che lasciare il sacchetto igienico sopra o sotto tali contenitori colmi e maleodoranti. Fra l’altro, accumulo e ritardata raccolta rifiuti, soprattutto se questi ultimi sono composti da frazioni maleodoranti traboccanti, di defecazioni animali. Si chiede se aspettano che si decomponga in autonomia invece di ritirare le deiezioni. Completa il quadro, l’incresciosa questione delle deiezioni dei cani sparse per i marciapiedi. La cattiva educazione dei proprietari di animali domestici, che “dimenticano” di raccogliere da strade e marciapiedi delle vie del quartiere le “deiezioni” dei propri cani, in particolare in Via F. Fusco, Via Quieta, Via S. Pietro, Via RS Secondo e in tante altre. Le strade menzionate sono abbastanza sporche, a causa dei continui bisogni degli animali sui marciapiedi, perché moltissime persone del luogo tengono i loro cani in appartamento e, una volta fuori casa, dimenticano di raccogliere il tutto. A farsi interprete del malcontento dei cittadini del quartiere è la presidente del Comitato, Angela Cerri: “Storie di ordinaria inciviltà! Ci sono vie dove è impossibile trovare dei contenitori e vie con contenitori e cestini per rifiuti stracolmi e a terra. Bisogna anche venire incontro alle esigenze dei padroni dei cani, non possono di certo mettersi in tasca il sacchettino e portarselo a casa. Purtroppo, come succede spesso, per colpa di incivili, ci rimettono tutti i cittadini corretti ed educati. Sono tante le vie nelle quali i proprietari lasciano a terra i bisogni dei cani, molte strade e diverse piazze del quartiere, sono veri e propri letamai. Questo evidenzia uno scarso senso civico di molti, ma anche una totale assenza di prevenzione e semmai repressione da parte dell’Amministrazione comunale. Eppure esiste un regolamento che prevede controlli e pertanto invito l’organo competente dell’Amministrazione comunale a farlo rispettare anche utilizzando i vigili urbani specie nelle zone più interessate da questi problemi. Questo fenomeno può essere amplificato anche da una scarsissima presenza di contenitori pubblici e l’organo competente, trincerandosi solo dietro le difficoltà economiche dell’ente, dimostra ancora una volta tutta la propria inconcludenza amministrativa. Il Comitato auspica quindi l’immediato monitoraggio e ricollocazione degli appositi contenitori mancanti, sanificazione dei marciapiedi, inoltre potenziare il servizio di svuotamento dei contenitori per deiezioni canine.”

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*