A1 donne, l’Ekipe Orizzonte si impone 21-8 in casa della NC Milano

Bronte Halligan (Ph. MFSPORT.NET)

Ancora una vittoria convincente per l’Ekipe Orizzonte, che ieri pomeriggio ha vinto 21-8 in casa della NC Milano nel primo turno del girone di ritorno di Serie A1.

Successo netto per le catanesi, avanti già nel primo tempo per 4-1. Vantaggio sempre più largo nella seconda frazione, conquistata per 7-2, con il terzo e il quarto parziale vinti sempre dalla squadra di Martina Miceli, rispettivamente per 4-2 e 6-3. Bronte Halligan è stata la top scorer del match con cinque reti, mentre Valeria Palmieri ha segnato tre gol. Due a testa per Dorotea Spampinato, Dafne Bettini, Claudia Marletta, Jelena Vukovic, Aurora Longo e Morena Leone, uno per Giulia Emmolo.

Al fischio finale è arrivato il commento del capitano dell’Ekipe Orizzonte, che ha fissato l’attenzione sugli obiettivi a breve termine della squadra catanese: “Finalmente il campionato è ripartito ufficialmente – ha detto Valeria Palmierie siamo entusiaste di aver ricominciato a giocare anche al di là dei recuperi, sperando che il covid non si metta in mezzo al nostro cammino. Dobbiamo riprendere il ritmo e continuare a lavorare su ciò in cui riscontriamo maggiori difficoltà e acquisire gli automatismi che solo giocando possiamo migliorare”.

IL TABELLINO DEL MATCH:

NC Milano: Giannoni, Apilongo 2, Trombetta, Di Lernia 1, A. Repetto 4, L. Repetto, Iglio, Pinto, Tosi, De Vincetiis 1, Moroni, Daverio, Friz. All. Binchi.

Ekipe Orizzonte: Condorelli, Halligan 5, Spampinato 2, Viacava, Gant, Bettini 2, Palmieri 3, Marletta 2, Emmolo 1, Vukovic 2, Longo 2, Leone 2, Santapaola. All. Miceli.

Arbitri: Gomez e Scappini

Note: fuori per falli Leone (E) nel 2° tempo e Di Lernia (M) nel 4° tempo. Sup. num.: Milano 0/9 + 2 rigori e Orizzonte 3/9 + 2 rigori.

La FIN ha comunicato che martedì 8 febbraio alle 15:30 Ekipe Orizzonte e RN Florentia recupereranno il match di campionato della settima giornata di andata di Serie A1, sul campo della piscina “Francesco Scuderi” di Catania.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*