Serie A2, la Copral Muri Antichi vince 11-7 il derby siciliano contro il Cus Palermo

La Copral Muri Antichi fa bottino pieno nel derby contro il Cus Palermo mostrando una buona condizione fisica nonostante il lungo stop e una buona pallanuoto. I ragazzi di Kovacic hanno prodotto una gran mole di gioco, sprecando però più del previsto in certe circostanze in cui i Muri potevano prendere il largo. Nel terzo parziale infatti c’è stato il rientro in partita della squadra di Occhione, ma rispedita subito all’indietro dalla Copral che nel quarto parziale ha poi messo definitivamente la parola fine alla contesa.

Nel primo tempo inizio cinico degli etnei con Muscuso oggi trascinatore dei suoi con ben 4 reti. L’ex di giornata Jurisic respinge un calcio di rigore a Camilleri e salva su Marangolo, ma nulla può ancora su Muscuso ben servito da Scebba e Zovko che chiude una bella azione su perfetto passaggio di Marangolo. Nel secondo parziale Scebba sigla il 4-0 con l’uomo in più, Palermo realizza la prima marcatura direttamente su rigore ma Camilleri di giustezza respinge subito sul -4 gli ospiti. Muri si dimostra ancora in palla, Belfiore ruba palla e serve Muscuso per il 6-2, ma Palermo resta ancora aggrappata al match con un rigore di Galioto. La Copral dà sempre l’impressione di essere in controllo e ad ogni gol subito risponde prontamente come nel caso di Marangolo per il 7-3. Nel terzo parziale si registra il momento migliore per Palermo che approfitta di un mal posizionamento della difesa dei Muri (8-5). Arriva anche il -2 ancora con Galioto ma è nel quarto parziale che i Muri Antichi decidono di chiuderla a proprio favore. Muscuso, Marangolo e Scebba con un preciso tiro all’incrocio calano il sipario che consegna i tre punti alla formazione di Kovacic sempre più lanciata in zona play-off e che grazie all’inaspettata sconfitta della Canottieri Napoli a Latina agguanta il terzo posto in classifica.

“Temevo un po’ questa ripresa – ammette il presidente Spinnicchia – troppo tempo che non si giocava ma sapevo che noi eravamo ben preparati e si è visto. Abbiamo prodotto una mole di gioco impressionante e queste sono note positive, allo stesso tempo però potevamo raccogliere molto di più a livello realizzativo. Questo sarà il focus su cui lavorare in settimana, ma per il modo in cui abbiamo giocato lascia ben sperare per il prosieguo del campionato. Apprezzo moltissimo il lavoro che sta svolgendo il tecnico, lo staff e gli atleti, voglio che si prosegua su questa strada per premiare il loro impegno”.

“Come prima partita dopo la pausa – dichiara mister Kovacic – è come se avessimo iniziato un nuovo campionato. Sapevo non sarebbe stata facile, la classifica ci dava per favoriti e i ragazzi in effetti hanno risposto benissimo in avvio. Abbiamo sprecato qualche azione di troppo ma nel quarto periodo abbiamo sfruttato meglio quello che avevamo preparato in settimana. L’aspetto difensivo ha risposto bene, il nostro obiettivo è subire sempre meno di 8 gol e lo abbiamo centrato. Con l’uomo in meno li abbiamo messi in difficoltà. Non siamo al 100% della condizione e vincere così è una grande soddisfazione. Adesso pensiamo subito alla partita da recuperare che non sarà facile, per noi sarà un test difficile che prepareremo al meglio”.

COPRAL MURI ANTICHI-LA BRACIERA C.U.S. PALERMO 11-7

COPRAL MURI ANTICHI: G. Spampinato, A. Scebba 3, V. Nicolosi, D. Zovko 1, A. Nifosì, M. Marangolo 2, S. Camilleri 1, S. Longo, A. Fiorito, V. Belfiore, L. Muscuso 4, A. Schilirò, P. Lazzara. All. Kovacic.

LA BRACIERA C.U.S. PALERMO: E. Jurisic, I. Russo, G. Galioto 3, G. Occhione 2, E. Szabo, G. Mineo 1, M. Scontrino, A. Turkovic, D. Geloso, M. Ferlito, G. Cesarò, M. Raineri 1, M. Consiglio. All. P. Occhione.

Arbitri: D’Antoni e Carmignani.

Note. Parziali: 3-0, 4-3, 1-3, 3-1. Usciti per limite di falli Longo e Belfiore (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Copral Muri Antichi 2/4 e La Braciera C.U.S. Palermo 3/14 + due rigori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*