Catania Calcio, il Comitato Romolo Murri chiede la fine dei teatrini mediatici

Veduta stadio Angelo Massimino

“Un teatrino che rischia di essere infinito e a cui bisogna dire basta una volta per tutte. Questo tira e molla tra i vari soggetti, a pochi giorni dall’asta che tutti noi tifosi attendiamo con il fiato sospeso, penalizza ulteriormente il Calcio Catania. Una squadra composta da atleti che vanno solo elogiati mentre, fuori dal rettangolo di gioco, l’unica certezza per ora è la perdita della matricola”. Come presidente del Comitato Romolo Murri, Vincenzo Parisi ribadisce che i litigi non portano da nessuna parte. Forse le lezioni del passato non sono servite a nulla? Catania aveva la possibilità di avere un progetto serio a stelle e strisce americane che avrebbe potuto condurre la squadra, la società e la città intera verso categorie più consone a un blasone come il nostro. Vedere oggi queste sterili polemiche, quando dovremmo tutti remare compatti verso un’unica direzione, è assolutamente incomprensibile. I litigi non portano da nessuna parte. Chi è tifoso catanese ed ha un ruolo istituzionale deve attivarsi e agire per sponsorizzare la società nel panorama nazionale e internazionale: non bisogna far scappare investitori ma, al contrario, attirare gli imprenditori che hanno a cuore le sorti del Catania.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*