La Compagnia Jonica inaugura la stagione a Riposto con “Una parente di troppo”

Si è svolta a Riposto presso l’enoteca drink shop Zibibbu, la conferenza stampa di lancio della Stagione teatrale 2022 della Compagnia Teatrale Jonica.

Il presidente Giambattista Galeano apre la conferenza stampa dichiarando: “La ripresa è stata molto complessa e a parte il supporto di ognuno di noi, quello che non ci è mai mancato è stato il supporto dell’amministrazione comunale. La sinergia con le istituzioni, per un’associazione come la nostra, è fondamentale. E noi abbiamo la soddisfazione ed il piacere di poter dire che ci sono sempre stati vicini. Sarà fondamentale anche che la Compagnia Teatrale Jonica quest’anno torna a casa perché saremo ospiti del Cine Teatro Musumeci di Riposto. E questo grazie a Domenico Barbera, l’imprenditore e gestore del cinema che ha accolto i nostri suggerimenti. In questi ultimi due anni di pandemia noi non siamo stati mai fermi: abbiamo cercato di spenderci tramite i social, provando l’esperimento video, fondamentalmente per continuare a rimanere insieme.

Galeano ha quindi ricordato: “Lo spettacolo “U sapiti com’è” per la regia di Bruno Torrisi portato quest’estate in piazza S. Pietro a Riposto con un successo clamoroso, insieme al successo di “Filumena Marturano” per la regia di Pietro Redi, ci hanno fatto essere protagonisti al più importante festival di teatro amatoriale siciliano che è il festival di Castelbuono dove la Compagnia Teatrale Jonica si è classificata al terzo posto come migliore compagnia teatrale amatoriale su 150 partecipanti.

Tutto il nostro territorio ci è vicino e ci è stato dimostrato grazie al Premio Social vinto sempre al Festival di Castelbuono. Da presidente sono fiero di rappresentare il teatro e rappresentarlo nel mio paese, oggi con la scelta del cine teatro Musmeci più che mai.”
Il presidente Galeano ha voluto ricordare il giornalista Ripostese, da poco scomparso, Salvo Sessa, tra l’altro anche socio fondatore della Compagnia Teatrale Jonica.

La stagione teatrale è una stagione all’insegna della leggerezza. Dopo questo periodo così pesante è stato scelto un cartellone di commedie leggere per far sorridere il pubblico.
Registi eccezionali che firmeranno per i 4 spettacoli a cartellone: Giovanna Criscuolo, Orazio Messina, Eugenio Patanè e Pietro Redi.

Alla conferenza stampa prendono la parola, l’assessore con delega alla cultura, beni culturali, pubblica istruzione ed eventi, Paola Emanuele, che ha dichiarato: “Cerchiamo di sostenere la Compagnia Teatrale Jonica e siamo in itinere con il rinnovo della convenzione per l’uso dei locali pubblici che consentiranno alla Compagnia Teatrale Jonica di continuare a preparare gli spettacoli. Un sodalizio che ormai dura negli anni che è un elemento stabile per la nostra Riposto”.

Il Sindaco di Riposto, Enzo Caragliano: “Ringrazio il presidente Giambattista Galeano che è stato sempre vicino al territorio di Riposto ma soprattutto la Compagnia tutta che è stata come un cameo di quella che è la cultura ripostese, con l’amore per il teatro, nel senso più vasto, con iniziative che abbiamo voluto esaltare e portare avanti con la continuità. Tutto questo è un costrutto che ha avuto come compartecipi in un percorso di resilienza, di arricchimento culturale, la compagnia teatrale, che è stata al centro di queste, ma anche una spina nel fianco dell’amministrazione, così che questa parte del mondo culturale non fosse mai abbandonato. Tutto questo significa integrazione, compartecipazione quindi non solo arricchimento culturale ma disponibilità sul territorio. Dalla parte amministrativa noi ci siamo e ci saremo!”.

Orazio Messina, regista dello spettacolo “Occhio non vede” che andrà in scena ha sottolineato: “Lo spettacolo parla della malasanità. E’ uno spaccato di vita dell’autore Aldo Lo Castro, che durante la sua vita ha avuto un incidente mentre doveva essere operato all’occhio e con il laser per sbaglio gli è stata compromessa la vista di un occhio. Uno spettacolo divertente con due ore di sane risate“.

Eugenio Patanè regista dello spettacolo “Delitto al Castello” dichiara: Il mio spettacolo che andrà in scena il 23 e 24 aprile è un giallo ma comico e grottesco. Tra l’altro proprio il 23 aprile del 1564 nasceva il bardo, William Shakespeare. Per cui alla fine degli spettacoli sorteggeremo due libri dei sonetti di Shakespeare”.

Pietro Redi, regista dello spettacolo “Giorno di festa” ha evidenziato: “Anche il mio spettacolo è esilarante e dopo moltissimi anni ritorno in scena, in doppia veste come coprotagonista e regista. Il punto centrale di questa commedia sarà l’amore e porterà ad un lieto fine”.

Giovanna Criscuolo che dirigerà lo spettacolo “Una parente di troppo” ha spiegato: “Il punto centrale della commedia sarà l’odio. Si parlerà di morte ma si ride. Tutto gira intorno ad un testamento di una vecchia zia. In questa commedia non c’è un protagonista ma sono tutti protagonisti. I personaggi sono caratterizzati in un noir comico. Il testo è stato rimaneggiato per cui se da una parte c’è l’aplomb inglese, dall’altra parte c’è la cosiddetta liscia siciliana, con il commento, con la battuta in dialetto e la gaffe e anche qui ci saranno colpi di scena”.
La Criscuolo ha infine evidenziato l’importanza del pubblico: “Noi non abbiamo motivo di esistere senza il pubblico”.

Appuntamento quindi con il primo spettacolo a cartellone della Compagnia Teatrale Jonica, “Una parente di troppo” Sabato 26 febbraio in doppio turno alle ore 17:30 e 20:30 e domenica 27 febbraio alle ore 18:00 al Cine Teatro Musmeci di Riposto.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*