L’Arcivescovo mons. Luigi Renna incontra la Giunta a Palazzo degli Elefanti: “Impegnatevi per l’educazione dei giovani”

Mons. Luigi Renna e il vicesindaco, facente funzioni di sindaco, Roberto Bonaccorsi

Per la sua prima uscita ufficiale del nuovo arcivescovo metropolita di Catania mons. Luigi Renna, ha scelto un incontro con la giunta comunale e una visita nel palazzo degli elefanti. Ad accoglierlo il vicesindaco, facente funzioni di sindaco, Roberto Bonaccorsi, con tutti gli assessori del governo cittadino, il capo di gabinetto e i vigili urbani in alta uniforme. Mons. Renna, accompagnato dal parroco della Cattedrale Mons. Barbaro Scionti, ha apprezzato le prestigiose sale del Municipio impreziosito dalle opere d’arte di Sciuti e altri tesori d’arte esposti nei decenni scorsi dal compianto Luigi Maina, storico cerimoniere del Comune di Catania, più volte ricordato durante la visita del prelato nel palazzo di città.

Dopo un breve colloquio riservato con il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, Mons. Renna ha incontrato tutta la giunta comunale: ”Rivolgo tramite voi – ha detto l’Arcivescovoun’esortazione a tutta la città a impegnarsi per il bene comune, non soltanto nei giorni di festa ma nella vita quotidiana per migliorare la vita delle nostra comunità. La Politica e l’Amministrazione della cosa pubblica hanno un ruolo di straordinaria importanza per la vita civile. E’ un momento particolarmente delicato – ha aggiunto il presule – che vi chiama a una grande responsabilità”.

Tra gli argomenti toccati quello della lotta alla dispersione scolastica su cui l’Amministrazione Comunale è impegnata in prima linea assieme alla prefettura e al Tribunale dei Minorenni: ”L’educazione e la formazione – ha aggiunto Mons. Rennasono valori fondamentali per la crescita civile e sociale di un’area urbana importante come Catania.Credo che ogni parrocchia debba avere un oratorio e farò in modo che questo accada, perché i nostri ragazzi devono avere luoghi dove poter crescere con valori sani”.

Consegna Elefantino d’argento

Il sindaco facente funzioni Bonaccorsi ha ricordato il lavoro di riordino e pianificazione che l’Amministrazione Comunale sta svolgendo in ogni ambito della vita cittadina, in esecuzione del programma del sindaco Pogliese e ogni assessore ha sinteticamente enunciato i contenuti della propria delega: “Catania la saluta con rinnovata speranza – ha detto Bonaccorsi. La ringraziamo per il suo incoraggiamento che arriva in un momento delicato per la nostra città in cui ogni ogni componente è chiamato a fare la propria parte e per questo con la Chiesa è necessario sviluppare e intensificare ancor di più la collaborazione nell’interesse dei cittadini”.

A conclusione della visita, Bonaccorsi, a nome della giunta e dell’intera città ha donato all’Arcivescovo un elefantino d’argento, simbolo di Catania e interprete della forza resiliente dei catanesi. Infine, Mons. Luigi Renna ha lasciato una lunga dedica con la firma sul libro d’onore del Comune, con questo testo: “Al Sindaco Roberto Bonaccorsi, alla Giunta e al Consiglio Comunale, alla Città intera di Catania e alla sua area metropolitana, con l’augurio che tra coloro che sono preposti al servizio del bene comune regni grande senso di responsabilità, amore ai poveri, amicizia sociale! Salendo per lo splendido scalone del Palazzo di Città, soffermatevi davanti alle tele del Buon Samaritano: sono il vostro programma di vita! La tela che raffigura l’uomo malmenato e poi abbandonato: è la raffigurazione di quanto può accadere ai più poveri. E poi quella del Samaritano che offre persino le sue risorse, oltre che il suo tempo, per quell’uomo abbandonato:è il compito di chi si prende cura del prossimo, non in un atto di carità particolare, ma nell’organizzare il suo futuro! Auguri! Che Dio vi benedica!

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*