Tre arresti degli agenti delle Volanti in centro per furto aggravato in concorso, per porto di armi e oggetti atti ad offendere e per evasione

Volanti

Nella mattinata di sabato, personale delle Volanti veniva inviato in piazza Trento, a seguito della segnalazione, giunta sulla linea di emergenza, di furto in atto di parti di auto. Giunti sul posto tempestivamente, i poliziotti apprendevano da alcuni astanti che poco prima tre soggetti, due uomini e una donna, di cui fornivano dettagliate descrizioni, avevano asportato i fanali posteriori di una Smart ivi parcheggiata per poi allontanarsi precipitosamente a piedi su via Oberdan in direzione via Umberto.

I fanali posteriori e l’autoradio

Tutte le informazioni venivano veicolate via radio agli altri equipaggi impegnati nell’attività di controllo del territorio che riuscivano a individuare e bloccare i tre rei a poche centinaia di metri di distanza. I due uomini erano entrambi pluripregiudicati anche per reati con il patrimonio; nello specifico, uno di essi era evaso dagli arresti domiciliari, mentre l’altro risultava sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora.

Sottoposti a perquisizione personale, i tre venivano trovati in possesso di 4 fanali posteriori asportati da autovetture modello Smart e un’autoradio con display touch screen, nonché un cacciavite, un coltello a serramanico e due coltelli multifunzione.

Alla luce di quanto appurato venivano, quindi, arrestati per il reato di furto aggravato in concorso e denunciati per il reato di porto di armi ed oggetti atti ad offendere. Altresì, l’arrestato domiciliare veniva arrestato anche per il reato di evasione.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*