Ucraina, Save the Children: “100 bambini uccisi in 24 ore sono un’onta per le coscienze del mondo”

“Il solo pensiero che, in sole 24 ore, 100 bambini abbiano perso la vita a Kharkiv in Ucraina, a causa di questa violenza insensata, ci riempie di dolore e fa indignare profondamente. Erano bambini che andavano a scuola, amavano giocare, leggere, avere dei sogni, immaginare cosa avrebbero fatto da grandi. Ma le loro viete sono state spezzate”, ha dichiarato Daniela Fatarella, Direttrice Generale di Save the Children Italia, a commento delle dichiarazioni del presidente del consiglio regionale di Kharkiv, Serhiy Chernov, riportate dai media italiani.

“Ancora una volta sono i più piccoli a pagare il prezzo più alto della guerra. Negli ultimi giorni scuole, asili, orfanatrofi sono stati colpiti indiscriminatamente, così come tanti luoghi in cui migliaia di civili hanno perso e continuano a perdere la vita. È ora di interrompere questa follia, per questo Save the Children chiede con forza un’immediata cessazione delle ostilità, unico modo per proteggere i bambini dalla violenza e da altre violazioni dei loro diritti”, ha concluso Daniela Fatarella.

L’Organizzazione, che da oltre 100 anni lotta per salvare le bambine e i bambini a rischio e garantire loro un futuro, domani si unirà alle migliaia di persone che parteciperanno a Roma alla manifestazione indetta dalla Rete Italiana Pace e Disarmo per chiedere ancora una volta di fermare questo orrendo conflitto.

Per sostenere gli interventi in emergenza di Save the Children: https://www.savethechildren.it/dona-fondo-emergenze

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*