Denunciati per truffa dagli agenti del Commissariato Borgo Ognina un uomo e una donna che vendevano on line false polizze assicurative

Intervento Polizia

Poliziotti del Commissariato Borgo Ognina hanno denunciato per il reato di truffa un uomo e una donna rispettivamente di 58 e 35 anni ritenuti responsabili del reato di truffa. La vittima è un giovane di 24 anni, il quale, fermato a bordo della sua auto per un controllo di polizia, ha scoperto di aver stipulato una falsa polizza assicurativa.

Lo scorso gennaio, il malcapitato, dovendo assicurare la propria auto, aveva trovato su internet un sito che offriva polizze assicurative a prezzi particolarmente vantaggiosi. Allettato dall’offerta, prendeva contatti telefonici con la fantomatica agenzia e, una volta ricevuto il preventivo, decideva di concludere la stipula del contratto assicurativo, effettuando un bonifico bancario sul conto corrente fornitogli. Immediatamente dopo aver effettuato il pagamento, veniva ricontattato attraverso una piattaforma di messaggistica dai fantomatici assicuratori i quali lo invitavano a versare un’ulteriore somma di denaro su una carta prepagata, laddove volesse accelerare i tempi di stipula dell’assicurazione e l’invio della polizza che, effettivamente, dopo il nuovo versamento, gli veniva subito inviata.

Circa un mese dopo, la vittima, veniva fermato dalla polizia stradale per un controllo e, in quell’occasione, scopriva di essere stato truffato: il veicolo, infatti, non risultava coperto da alcuna polizza assicurativa. Una volta acquisita la denuncia, gli investigatori del Commissariato Borgo Ognina, attraverso l’analisi dei flussi bancari, delle carte prepagate e dei conti correnti, riuscivano a risalire all’identità dei due finti assicuratori, ponendo fine alla loro attività illecita.

Quello delle truffe assicurative è un fenomeno in continua crescita: convinti di sottoscrivere assicurazioni a prezzi vantaggiosi per le proprie autovetture, le proprie case o i propri natanti, dopo aver pagato, ci si ritrova in realtà senza alcuna copertura assicurativa.

ll modus operandi dei finti assicuratori è quasi sempre lo stesso: una piattaforma web contraffatta riproducente il logo delle più note compagnie assicurative, tariffe particolarmente vantaggiose, contatti solo attraverso numeri di telefonia mobile e social.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*