Football Americano, derby amaro per gli Elephants Catania battuti dagli Eagles Palermo

Esordio amaro per gli Elephants Catania che tornano a casa sconfitti nel derby siciliano contro gli Eagles Palermo nella gara valida per il campionato CIF 9 di III divisione di Football Americano. La partita giocata sul terreno dello Stadio Comunale Jam Salque di Marineo (PA) ha segnato l’inizio del campionato 2022 anche per il girone A “delle isolane” nella week 3 di Regular Season.

Sicuramente un esordio travagliato, date le vicissitudini appena attraversate dal team catanese con la partenza dell’ HC Rita a nemmeno un mese dal suo arrivo nelle fila del Coaching Staff catanese, ed il conseguente successivo arrivo solo a metà della scorsa settimana della new entry Michael Wood. Un arrivo turbolento quello del coach americano che si trova nella difficile posizione di conoscere appena il suo team e doverlo subito preparare ad affrontare la prima partita della stagione senza conoscere ancora a fondo i suoi atleti. Certamente il lavoro fatto da Rita ha lasciato a Wood una buona base da cui partire e per poter lavorare bene, ma il football non si inventa in pochi giorni ed è necessario metabolizzare le nozioni prima di poterle applicare al meglio.

Le squadre scendono in campo agguerrite e giocano un primo tempo molto equilibrato in cui gli Elephants iniziano subito a pagare i loro errori col fumble nel primo quarto ricoperto dalla squadra avversaria che porta alla perdita di un prezioso drive d’attacco e subito il primo TD Eagles di Mazzone che segna il punteggio sul 6 a 0. Con l’inizio del secondo quarto i palermitani allungano le distanze con un ottimo pass lungo di Zappala su Cuvello, riuscendo a trasformare da 2 punti (14-0). Poi l’errore dell’attacco Catanese (intercetto di Sposito) regala nuovamente un occasione ai palermitani che lasciano il campo per l’half time con punteggio di 20-0.

Rientrano in campo col peso di un primo tempo arrancante gli etnei e da subito dimostrano di non essere ancora pronti per affrontare al meglio un team come gli Eagles UTD che segnano subito 8 punti sul tabellone (28-0). Una safety su punt regala altri due punti ai palermitani (30-0) che segnano sul finire del terzo quarto di gioco (37-0). I catanesi non mollano nonostante il punteggio abbia ormai decretato la fine della partita e riescono a segnare i primi punti sul tabellone con un pass di Aronica su Castello, terminando la partita con un punteggio di 37-6.

Sicuramente una squadra acerba, due QB giovanissimi e di poca esperienza, un team non ancora pienamente coeso la fanno pagare cara ai liotri che nonostante l’amaro in bocca sono già pronti a ricominciare e ripartono da subito per cercare di prepararsi al meglio data l’occasione di rivincita in cui i catanesi potranno affrontare nuovamente gli Eagles in casa propria. L’appuntamento è sabato 9 Aprile alle 15.00 presso lo stadio Benito Paolone per il derby “di ritorno”.

Gli etnei sono quindi già concentrati al massimo sull’opportunità di rivalsa e lavoreranno da subito col nuovo Coach per sistemare gli errori che si sono rivelati fatali.

Menzione d’onore per Marquez Arnell Brown che nonostante la sconfitta ha dimostrato il suo valore personale in quanto atleta ed ottimo ricevitore. Ma il Football è un gioco di squadra, e due belle ricezioni certo non bastano. Ma siamo certi che i nostri liotri sapranno regalarci bei momenti di buon gioco nelle prossime partite del campionato.

Lucio Maugeri (Presidente Elephants Catania):
“Un esordio che ci lascia con l’amaro in bocca ma tanti spunti interessanti che ci fanno ben sperare per il futuro. Gli ultimi due minuti del nostro giovane QB Aronica fanno ben sperare per una buona crescita. Abbiamo sicuramente strapagato il cambio di allenatore, una squadra assolutamente non rodata, ed alcuni elementi cardine del team non perfettamente in forma. Una difesa ottima sulle corse, ma non altrettanto precisa sui lanci. C’è tanto da lavorare, ma siamo certi che il nuovo coach saprà tirare fuori il meglio dai nostri atleti.”

Michael Wood (HC Elephants Catania):
“Gli Eagles sono un’ottima squadra. Hanno giocato senza errori, il che è molto difficile da fare nella partita di apertura del campionato. Non hanno ceduto la palla e hanno subito pochissime penalità. Il loro QB ha giocato molto bene, è stato preciso e ha completato 3 grandi passaggi in touchdown che hanno condizionato la partita. La difesa degli Eagles ha anche fatto un buon lavoro causando dei turnover e chiudendo il nostro gioco di corsa, mantenendo una pressione costante su entrambi i nostri giovani QB. In realtà il punteggio non riflette la partita, a 3 minuti dalla fine del primo tempo esso era di 6-0. Due grandi passaggi alla fine del primo tempo hanno spinto il punteggio a 20-0. Poi 2 punts bloccati hanno allungato ancora il vantaggio. Abbiamo molte cose su cui lavorare prima della prossima partita, ed e’ questo  il lato positivo del football:  è un gioco che forgia il tuo carattere e ti insegna delle lezioni. Imparare da queste e correggere gli errori e’ il nostro imperativo e già da domani saremo al lavoro per cercare di migliorare come team.”

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*