“La Vergine e il Vulcano: le eruzioni laviche nel culto mariano delle comunità etnee”

Si terrà mercoledì 6 aprile, alle ore 17.30, nell’Archivio Storico Diocesano di Acireale (Via Mons. Genuardi, 16), la proiezione del docufilm prodotto dalla giornalista Mari Cortese, direttrice editoriale di Freepressonline, promosso dalla Diocesi di Acireale e patrocinato dall’Arcidiocesi di Catania: “La Vergine e il Vulcano: le eruzioni laviche nel culto mariano delle comunità etnee”.
Le riprese, svoltesi fra Acireale (Loreto), Randazzo, Vena e Mompilieri, sono state precedentemente raccolte in un’anteprima, pubblicata lo scorso dicembre e ripresa da varie testate locali e nazionali.

Alla proiezione saranno presenti:

  • il vescovo della Diocesi di Acireale, vice presidente della CEI e presidente della CESi mons. Antonino Raspanti,
  • il Sindaco di Acireale Stefano Alì,
  • il presidente del Consiglio di Catania Giuseppe Castiglione,
  • il direttore delle Comunicazioni sociali della Diocesi di Acireale don Arturo Grasso,
  • il direttore dell’Ufficio Turismo della CESi e della Diocesi di Acireale e responsabile del parco culturale ecclesiale “Terre dell’Etna e dell’Alcantara” don Roberto Fucile
  • e la giornalista e produttrice del docufilm Mari Cortese.

Modera l’incontro Gaetano Rizzo, giornalista e consigliere nazionale Ucsi (Unione Cattolica Stampa Italiana).

Scopo del docufilm è alimentare il dibattito sull’importanza del turismo religioso e i suoi percorsi da scoprire, riscoprire e rispettare, senza trascurare di prendersi cura della “casa comune”.

“Dopo gli anni della pandemia – dichiara Cortese – è un segno di una rinnovata rinascita di cui tutti sentiamo l’esigenza. La fede e la cultura quando si incontrano producono forme nuove di evangelizzazione senza dimenticare le radici della nostra identità cristiana”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*