Il 9 e 10 aprile al “Canovaccio” di Catania in scena “Girasoli” di Giovanni Arezzo e Alice Sgroi, produzione MezzAria, con Alice Sgroi

Alice Sgroi in "Girasoli" (Foto Gianluigi Primaverile)

Il 9 aprile alle ore 21, con replica il 10, al Teatro del Canovaccio, in via Gulli 12, a Catania, MezzAria Teatro proporrà “Girasoli” di Giovanni Arezzo e Alice Sgroi, con Alice Sgroi. La regia è di Giovanni Arezzo.

“Girasoli” è un monologo post-mortem in cui a parlare è Sarah M., attrice di teatro, donna sensibile, intelligente, talentuosa, distrutta dalla solitudine e dalla mancanza di amore. Dopo essersi uccisa nel tentativo di liberarsi delle sue ossessioni, Sarah– non-morta e in un non-luogo definito solo dallo scorrere del tempo – si ritrova a dover fare i conti con i suoi mostri, perseguitata dai pensieri che sono stati causa del suo stesso suicidio. Tra ricordi, visioni, deliri e danze, “Girasoli” è un viaggio intimo tra le riflessioni di una donna appassionata e fragile, tanto capace di dare amore quanto desiderosa di riceverne, in bilico tra dannazione e salvezza, e che si ritrova costretta a dover decidere il proprio destino anche dopo la morte. “Girasoli” è una grande e terribile storia d’amore e solitudine. Una storia d’amore matto e disperatissimo. L’amore sa dare la vita, ma sa anche toglierla, sa guarire le ferite dell’anima o colpirla – l’anima – a morte.

Info e prenotazioni: 347.4755553-391.4888921- Biglietti: euro 10,00.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*