“Project  Icarus”, la Polizia Stradale incontra gli studenti

Nell’ambito della campagna sulla sicurezza stradale, il Dirigente del Compartimento “Sicilia Orientale” e della Sezione Polizia Stradale di Catania hanno promosso una iniziativa rivolta a sensibilizzare i giovani su questo importante tema. Il progetto, che ha visto il coinvolgimento degli studenti delle 4° e 5° classi delle scuole secondarie di secondo grado degli Istituti “IIS E. De Nicola” di San Giovanni La Punta e dell’Istituto Tecnico Aeronautico Statale “A. Ferrarin” di Catania, ha avuto l’intento di far riflettere i ragazzi sull’importanza, spesso vitale, delle buone abitudini e dell’attenzione da riservare alla guida.

Unitamente ad i loro insegnanti, i giovani sono stati invitati ad assistere,  presso il Multisala Planet di Catania, alla proiezione del film “Young Europe”, un lungometraggio sul tema della sicurezza stradale, scritto e diretto da Matteo Vicino, realizzato nell’ambito del “Project Icarus”, dalla Polizia di Stato, dal Ministero dell’interno, dall’Università “La Sapienza” di Roma e della Fondazione ANIA.

Il film è la storia di quattro ragazzi europei raccontata dal loro punto di vista. Un commovente e forte quadro della società moderna virato secondo l’ottica delle nuove generazioni e che porta sullo schermo lo scomodo e poco “cinematografico” tema della sicurezza stradale. Josephine, ricca parigina lasciata completamente sola dalla famiglia; Julian, giovane irlandese irretito dalle attenzioni di una lettrice di spagnolo e, infine Federico e Annalisa, due adolescenti che cadono nella trappola di amicizia con un adulto senza morale, Angelo.

A conclusione della proiezione i giovani, che hanno evidenziato grande sensibilità e particolare coinvolgimento emozionale su un tema così importante come quello della sicurezza stradale, sono stati invitati al dibattito, arricchito dalla presenza del registra Matteo Vicino e degli attori protagonisti, Michele Gammino, Victoria Oberli e Riccardo Leonelli che, in qualità di testimonial, si sono trattenuti con loro rafforzando il feedback positivo del messaggio. 

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*