Fine del Calcio Catania, le considerazioni del Comitato Romolo Murri: “Un teatrino ignobile da parte dei soliti politici”

Stadio Massimino

“Assistiamo con vero disgusto e con le lacrime agli occhi l’ignobile teatrino fatto di commenti di attuali sindaci ed ex Primi Cittadini di Catania che sui loro social scrivono fiumi di parole sul triste epilogo della nostra Società. L’ingloriosa conclusione di una telenovela fatta di aste andate deserte e di tante parole. Ma solo parole. Anche in questi ultimi giorni abbiamo assistito ad ignobili teatrini, intollerabili per un grande blasone come quello del Catania”. Come presidente del Comitato Romolo Murri, Vincenzo Parisi ribadisce come per mesi nessuno si sia fatto avanti. I politici etnei sono rimasti alla finestra a osservare immobili quando, al contrario, la società andava sponsorizzata al meglio, in contesti europei ed extraeuropei, per trovare quei compratori seri che magari avrebbero evitato tutto questo. Politici bravi in passato ad occupare le tribune autorità e pronti a salire sul carro dei vincitori quando c’era la possibilità di calcare i campi di serie A. “Ma oggi quelle persone dove sono? – ribadisce Parisi –Cosa hanno fatto per la nostra società? E’ veramente inconcepibile pensare che ora questi “signori” hanno il coraggio di utilizzare parole di rammarico con le solite frasi di circostanza. Abbiamo oggi almeno il pudore di starsene zitti perché oggi chi è veramente sconfitto è il cittadino catanese ma soprattutto il tifoso”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*