“Volontari, il cuore della ripresa. Da Bergamo a Catania, il Terzo Settore riparte”

Il Centro di Servizio per il Volontariato Etneo, in collaborazione con CSVnet e con Bergamo Capitale del Volontariato 2022, organizza un convegno a Catania il prossimo sabato 30 aprile alle ore 9,30 dal titolo “Volontari, il cuore della ripresa. Da Bergamo a Catania, il Terzo Settore riparte”.

Interverranno al convegno Chiara Tommasini, presidente di CSVnet, l’associazione nazionale dei Centri di Servizio per il volontariato che rappresenta 48 CSV su tutto il territorio nazionale; da Bergamo, Giulia Pellizzari, volontaria del comune di Mozzanica (BG) e Ilaria Putti del CSV di Bergamo. Per i volontari catanesi, Manlio Leonardi, direttore sanitario del Coordinamento FIR. Concluderà Salvatore Raffa, presidente del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo. 

La pandemia, come noi tutti abbiamo sperimentato, è stato un momento difficile e per molti versi tragico. Ha indubbiamente segnato negativamente la vita di bambini, giovani ed adulti, ma ha contemporaneamente attivato parte di quelle energie sommerse che ogni individuo e ogni organizzazione possiedono e che fuoriescono nelle difficoltà. Il volontariato in questi anni è stato capace ancora una volta, dunque, di rappresentare un approdo sicuro a cui cittadini e istituzioni hanno guardato alimentando la speranza di superare velocemente una crisi così difficile e imprevista. Il volontariato, però, non è stato solo una forza morale, ma ha anche saputo esprimere il meglio di sé in termini di organizzazione, efficienza e  competenza e non ha lasciato indietro nessuno.

Con queste premesse, nel convegno di Catania racconteremo il cambiamento che ha attraversato il nostro mondo negli ultimi due anni e creeremo un ponte virtuale tra Nord e Sud: tra Bergamo capitale italiana del volontariato 2022 e Catania. Cosa ci hanno insegnato e lasciato in eredità quei giorni così difficili? Quale il ruolo dei Centri di Servizio nel progetto futuro del Terzo Settore dopo il completamento della riforma? Un’opportunità di confronto sul ruolo che il volontariato può giocare nei percorsi di sviluppo e di crescita dell’intera società, racconteremo le migliori esperienze e proveremo a tracciare una linea di sviluppo partendo dagli aspetti “positivi” che ha portato la pandemia per costruire nuove prospettive per il volontariato di domani.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*