L’1 maggio, nello Spazio Moby Dick di Catania, proiezione del film “Un uomo da bruciare”, regia dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani e di Valentino Orsini

Una scena del film "Una vita da bruciare"

L’associazione culturale Moby Dick di Catania, nei locali di via Asilo Sant’Agata 35, in occasione della festività del 1° Maggio, alle ore 18.00, ha organizzato la proiezione del film “Un uomo da bruciare” con la regia dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani e di Valentino Orsini. Si tratta di un film di genere drammatico del 1962, formato bianco e nero, durata 92′, con l’interpretazione di Gian Maria Volontè nella parte del sindacalista socialista Salvatore Carnevale.

Salvatore, giovane contadino, dopo due anni di continente torna in Sicilia per riprendere la lotta contro la mafia, i privilegi, l’ingiustizia, ma lo eliminano. E’ stato premiato dalla critica a Venezia. Primo ruolo di protagonista per Volonté. Tra gli interpreti Didi Perego, Turi Ferro, Marina Malfatti, Lidia Alfonsi, Vittorio Duse, Alessandro Sperlì. Si tratta di un film di grande impegno civile, ricca di riflessioni interessanti.

Per le prossime attività dell’associazione culturale Moby Dick del presidente Carmelo Failla si precisa che per il protrarsi di imprevisti tecnici, la mostra di Sculture, Ceselli e Disegni in omaggio al Maestro Pippo Failla, è stata ulteriormente rinviata a data da destinarsi.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*