“I Love Science” progetto internazionale contro la violenza in due scuole siciliane

“Immaginate i popoli che vivono nella condivisione”. Così cantava John Lennon nella celebre canzone che invita alla comunione tra i paesi contro ogni forma di violenza ed è questo il senso profondo del progetto internazionale “I love science” a cui hanno preso parte le scuole italiane SSPG “Luigi Castiglione” di Bronte (CT) e IC “Falcone-Cascino” di Piazza Armerina (EN) insieme alle scuole Sabiha Gökçen İlkokulu, Gaziemir Turchia, 4th Primary School of Zografou, Greece Zografou Grecia, Mustafa Çukur Ortaokulu, Bayraklı Turchia, Mümtaz Turhan Ortaokulu, Horasan Turchia, Nuh Mehmet Baldöktü Anadolu Lisesi Melikgazi Turchia, Khadija Um AlMo’minin Secondary School, Irbid Giordania scuola promotrice del progetto. Un vero e proprio inno alla conoscenza che unisce paesi diversi in cui le scuole partecipanti svolgono l’importante ruolo di divulgare un messaggio di pace e fratellanza.

L’ambiente di apprendimento è stato implementato su piattaforma eTwinning, la community patrocinata dall’agenzia Erasmus+/INDIRE, attraverso la quale le scuole europee (e non solo) possono comunicare, collaborare, sviluppare progetti e condividere idee. 

Un importante lavoro di condivisione che ha coinvolto tantissimi alunni, docenti e genitori. La SSPG “Luigi Castiglione” ha partecipato con le classi 2° A, 2°F e 2°G coordinate dalla prof.ssa Concetta Falanga in sinergia con i colleghi dei consigli di classe ed in particolare con i docenti di inglese prof.sse Liliana Cappello, Grazia Foti e Anna Minio. L’I.C “Falcone Cascino” con le classi 2°E e 2°F guidate dalla prof.ssa Daniela Praino in collaborazione con i colleghi dei consigli di classe.

Il lungo lavoro, durato un intero anno scolastico, ha visto gli alunni impegnati nell’approfondimento di argomenti legati alla disciplina delle STEM come: coding applicato alle scienze, studio dell’atomo e dei materiali metallici, progettazione e realizzazione del logo del progetto, elementi della natura quali suolo e acqua, progettazione e realizzazione di lampade da comodino.

Molta attenzione è stata posta all’utilizzo degli strumenti digitali che ha consentito agli insegnanti e agli studenti di comunicare e collaborare per la realizzazione di notevoli prodotti finali tra i quali eBook, siti internet, giochi interattivi, blog, presentazioni multimediali, infografiche, loghi, video tutorial e tanto altro.

In diverse occasioni sono stati realizzati meeting online tra docenti e studenti al fine di programmare e realizzare attività collaborative. Il gemellaggio elettronico ha garantito lo scambio di conoscenze ed esperienze, il confronto fra i metodi di insegnamento, l’arricchimento culturale e umano.

Il progetto sarà candidato per il Quality Label, prestigioso riconoscimento eTwinning.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*