Dal 3 al 5 giugno Catania Capitale del dono, in arrivo oltre 1.000 volontari per promuovere il dono del sangue

Un momento della conferenza stampa

Si svolgerà a Catania nelle giornate del 3 e 4 giugno il 60° Congresso Nazionale FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue). Stamattina 1 giugno intanto si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Congresso, a Palazzo d’ESA, sede di Catania della Presidenza della Regione Siciliana.

Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati il programma del Congresso e annunciati i vincitori della III edizione del Concorso nazionale “A scuola di dono” rivolto agli studenti di ogni ordine e grado di istruzione e i vincitori della XII edizione del Premio Giornalistico “FIDAS-Isabella Sturvi”. Presenti Santi Sciacca, Direttore S.T. “Arnas Garibaldi” di Catania e Componente del Tavolo tecnico del Centro Regionale Sangue; Giuseppe Arcidiacono, Assessore alla Salute del Comune di Catania; Milena Nicotra, Vicepresidente ATOG – Associazione Talassemici Ospedale Garibaldi; Salvatore Caruso, Presidente FIDAS Sicilia e l’avv. Giovanni Musso, Presidente Nazionale FIDAS. Moderatore Enzo Emmanuello, Consigliere Nazionale FIDAS con delega alla comunicazione.

Il 3 giugno si apriranno i lavori Congressuali. L’appuntamento vedrà convergere a Catania oltre 180 delegati in rappresentanza degli oltre 500.000 donatori di sangue FIDAS. La Giornata del Donatore FIDAS si svolgerà il 5 giugno. All’evento, giunto alla sua 40^ edizione, sono previsti oltre un migliaio di donatori provenienti da tutta Italia che sfileranno per le vie principali di Catania.

Il Presidente Nazionale FIDAS, Giovanni Musso: “Per la prima settimana di giugno Catania diverrà la Capitale del dono, facendosi carico di ricordare a tutta Italia quanto sia importante il gesto anonimo, volontario e gratuito del dono del sangue e degli emocomponenti. Non ci stancheremo mai di ripetere che chi dona sangue o plasma, dona vita. Letteralmente. Non esistono medicine che possano sostituire il bisogno di trasfusioni, o di medicinali plasmaderivati. E alle porte di questa estate, periodo in cui puntualmente si registrano gravi carenze che rappresentano rischi per la salute dei pazienti e della comunità più in generale, vogliamo dire ad alta voce: “Donatori, abbiamo bisogno di voi!”.

FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue) nasce nel 1959. Associazione privata, senza scopo di lucro, persegue un fine d’interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue ed emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata e la gestione dei donatori e in alcuni casi la raccolta diretta di sangue ed emocomponenti, d’intesa con le strutture ospedaliere. Sono 80 le federate FIDAS presenti in 18 Regioni, con oltre 500 mila soci aderenti che contribuiscono ogni anno all’autonomia nazionale di sangue e suoi derivati.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*