Mobilità sostenibile, conversione elettrica dell’intera flotta, siglato accordo di partnership con Atm, Azienda Trasporti Milanesi, a supporto della transizione energetica

Nella foto i due amministratori, Bellavia e Giana

Il mese di giugno, appena arrivato, segna un passaggio fondamentale nello sviluppo della mobilità sostenibile della Città di Catania. Proprio in questi giorni, infatti, l’AMTS ha avviato ufficialmente il progetto di conversione della propria flotta, composta da autobus tradizionali, in veicoli elettrici, che si concluderà nel 2025. Una transizione costante e graduale del parco veicolare verso l’elettrico, nell’ambito della quale l’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta Catania S.p.A. è stata nominata soggetto attuatore e beneficiario dal Comune del capoluogo etneo per diversi progetti finanziati con fondi europei PON Metro e PNRR.

Tra gli altri, verranno realizzati anche i seguenti progetti: a) acquisto di 39 bus elettrici, di cui: 15 lunghi, 18 corti e 6 cortissimi, le cui prime consegne sono previste già entro l’anno; b) realizzazione di una infrastruttura elettrica di ricarica da 5MW e di un impianto fotovoltaico da 500 kW; c) acquisto di 100 bus elettrici (lunghi, corti e cortissimi) e 10 bus a idrogeno; d) realizzazione di infrastruttura elettrica di ricarica da 15 MW e di stoccaggio/rifornimento H2.

Ma le novità non si fermano qui. Ai fini della migliore implementazione dei progetti menzionati, infatti, AMTS, in persona dell’amministratore unico Giacomo Bellavia, ed Atm – Azienda Trasporti Milanesi S.p.A., in persona dell’amministratore delegato Arrigo Giana, hanno sottoscritto un accordo di partnership, con lo scopo di collaborare attivamente nell’ambito della mobilità sostenibile. Atm infatti supporterà l’Azienda catanese nel suo processo di conversione green del parco mezzi e delle strutture aziendali. 

Atm, infatti, è considerata azienda all’avanguardia in tale settore, poiché presenta un parco veicolare elettrico moderno ed efficiente, composto attualmente da 170 bus elettrici. Altri 4 depositi sono in fase di riconversione all’elettrico e 3 saranno costruiti ex-novo, con l’obiettivo di convertire l’intera flotta bus composta da 1200 mezzi.

“Siamo lieti di poter operare in stretta collaborazione con un’Azienda di trasporti pubblici all’avanguardia come ATM – dichiara con soddisfazione l’amministratore unico di AMTS, Giacomo Bellavia e siamo altresì consapevoli che quella avviata dalla Città di Catania è una battaglia fondamentale per il futuro di tutto il nostro territorio. Il trasporto pubblico, infatti, non è più concepibile senza un adeguato, moderno ed efficiente piano di mobilità sostenibile e di conversione completa dei mezzi (tendenti principalmente all’elettrico ed all’idrogeno), che tenga sempre più in considerazione il benessere dei cittadini e la tutela dell’ambiente. Per questo, da tempo ormai AMTS è in prima linea per innovare in chiave green i propri servizi al cittadino”.

Da Nord a Sud, dunque, da Milano a Catania, nel nome dell’ambiente di un’Italia sempre più green, ecologica e pulita, grazie alla mobilità sostenibile, AMTS S.p.A. e ATM S.p.A., in base all’accordo di partnership sottoscritto, condivideranno le proprie esperienze e best practices, prevedendo anche un proficuo scambio di informazioni in ordine ai progetti da predisporre ed anche la possibilità di operare periodi di formazione del rispettivo personale presso l’altra società, individuando così congiuntamente le migliori soluzioni per lo sviluppo della mobilità sostenibile nei rispettivi territori metropolitani.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*