“Prevenzione e riparazione oltre il carcere, dialoghi sulla pena” ad Acireale

La Diocesi di Acireale e l’Ordine degli Avvocati di Catania, in collaborazione con le Fondazioni Città del Fanciullo e Maria Barbagallo, e la Camera Penale di Catania “Serafino Famà” organizzano un incontro dal titolo PREVENZIONE E RIPARAZIONE OLTRE IL CARCERE, DIALOGHI SULLA PENA. L’importante convegno si svolgerà LUNEDI’ 4 LUGLIO, alle ore 17, nella SALA ANDERHUB dell’AIAS, sita in via Lazzaretto 65, Acireale. Sarà presente mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale.

Il discorso sulla pena è molto attuale: l’idea nuova e rivoluzionaria che soggiace alla giustizia riparativa mette in discussione gli importanti assunti che sono da sempre fondamenta del modello di pena detentiva cui gli studiosi del diritto fanno, ancora oggi, riferimento. L’attività formativa che si intende organizzare è volta a creare un dialogo costruttivo e interdisciplinare attraverso le voci di diverse personalità altamente qualificate, che potranno restituire ai presenti le proprie prospettive, facendo uso delle diverse e rispettive esperienze personali come operatori del diritto.

INDIRIZZI DI SALUTO:

Dott. Filippo Pennisi (Presidente Corte di Appello di Catania)

Dott. Luca Rossomandi (Presidente Tribunale di Sorveglianza di Catania)

Avv. Rosario Pizzino (Presidente Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Catania)

DIALOGANO:

Prof. Luciano Eusebi (Ordinario di diritto penale all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

Dott. Michele Consiglio (Corte di Appello di Catania)

Dott.ssa Maria Pia Urso (Presidente di sezione del Tribunale di Catania)

Avv. Francesco Antille (Presidente della Camera penale “Serafino Famà” di Catania)

Avv. Giampiero Torrisi (Consigliere della Camera penale “Serafino Famà” di Catania)

TESTIMONIANZE:

Prof. Alfio Pennisi, Casa di accoglienza R. Livatino

Dott. Enrico Platania (detenuto)

MODERA

Avv. Lucia Leocata

“in corso di accreditamento per la formazione continua degli avvocati presso l’Ordine degli avvocati di Catania

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*