Incendio nei pressi del PalaNesima, il Comitato Romolo Murri chiede un piano di prevenzione per tutta la città

Incendio nei pressi del PalaNesima

Ennesimo incendio che stavolta è scoppiato nei pressi del PalaNesima in un’ampia area incolta e piena di sterpaglie. Da stamattina una enorme colonna di fumo si nota in tutta la zona nord di Catania e a Misterbianco. Un’emergenza che, a quanto pare, a Palazzo degli Elefanti non importa nulla, perché? Parliamo di un problema puntuale che si ripete soprattutto nei mesi di giugno, luglio e agosto ed ogni volta siamo qui a commentare l’ennesima mancanza di messa in sicurezza delle aree abbandonate, dei parchi e degli slarghi a pochi passi dalle abitazioni. Stamattina tutti erano con il naso all’insù con le fiamme che potevano causare gravi conseguenze soprattutto a Nesima e nella frazione del comune di Misterbianco se, come sempre, non ci fosse stato il pronto intervento dei vigili del fuoco. Ma fino a quando si può andare avanti così? Il Comitato Romolo Murri, attraverso il suo presidente Vincenzo Parisi, chiede da tempo di rivalutare, riqualificare e restituire alla cittadinanza quelle aree abbandonate e invase dalle sterpaglie secche che non si trovano solo nell’estrema periferia del capoluogo etneo. E’ veramente così complesso approntare un piano anti-incendi in tempo utile (aprile e maggio) e non andare avanti al suono delle sirene dei mezzi dei vigili del fuoco, che vanno avanti e indietro per tutta la città e la sua provincia, nel tentativo di spegnare le fiamme? Noi crediamo assolutamente di no.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*