La Guardia Costiera etnea salva uomo in arresto cardiaco

Soccorso

Nella mattinata di ieri, in località Playa nelle acque antistanti il Villaggio Azzurro, una persona colta da malore, è stata soccorsa dall’equipaggio della motovedetta S.A.R. CP 888. A segnalare la persona in pericolo di vita è stato l’equipaggio di un motopesca, che avendo a bordo il malcapitato con evidente difficoltà respiratorie e temendo per la salute dello stesso, ha richiesto urgente soccorso via radio.

Giunta notizia alla Sala Operativa della Guardia costiera etnea, è stata inviata immediatamente sul posto la motovedetta di servizio della Capitaneria di porto di Catania. Affiancata l’unità da pesca, si è proceduto al trasbordo dell’uomo sulla motovedetta. Durante la navigazione di rientro al porto di Catania, i militari della Guardia costiera, avendo avuto evidenza di un peggiorare delle condizioni di salute dell’interessato, accertando anche l’assenza di battito cardiaco, sono intervenuti rapidamente con le previste tecniche di primo soccorso, procedendo a liberare le vie aree del malcapitato e grazie alla pratica del massaggio cardiaco sono riusciti a rianimare l’uomo.

Dopo appena 30 minuti dalla chiamata di soccorso, la motovedetta ha fatto rientro presso la banchina della Capitaneria di porto catanese. L’infortunato è stato così affidato al personale sanitario del 118, che attendeva in banchina, per il successivo trasferimento presso l’ospedale Garibaldi di Catania per le cure del caso. La professionalità e la preparazione degli equipaggi della Guardia costiera, costantemente addestrati per il pronto soccorso in mare, è stato determinanti per la salvaguardia della vita dell’uomo in arresto cardiaco.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*