Il 13 agosto il concerto “Musico Ambulante tour” di Fabio Concato chiude la rassegna “Luna Piana” all’anfiteatro Thalos di Augusta

Fabio Concato

Nostalgie, ricordi, speranze, rivelazioni, lampi d’allegria contagiosa e momenti di grande tenerezza popolano il mondo delle canzoni di Fabio Concato: simili a foto, illustrazioni e annotazioni in un diario della memoria che è sempre riuscito a far breccia nella sensibilità del pubblico. Sarà un viaggio emozionale di grande intensità quello che il pubblico della rassegna Luna Piana potrà percorrere sabato 13 agosto alle ore 21 – all’Anfiteatro Thalos (SS114 – km 127 – 96011 Augusta) – con il concerto Musico Ambulante tour dell’artista italiano che, ormai da 45 anni, racconta le mille sfaccettature dei sentimenti e dell’animo umano.
Insieme con i musicisti Ornella D’Urbano (arrangiamenti, piano e tastiere), Stefano Casali (basso), Larry Tomassini (chitarre) e Gabriele Palazzi (batteria), Concato proporrà con grande energia e complicità i grandi “successi” e tanti brani del suo ricco repertorio (“Domenica bestiale”, “Fiore di Maggio”, “Guido piano”, “Rosalina”, “051222525”,” Sexi tango”, “Gigi”) e tante altre sorprese, presentate con nuovi arrangiamenti e scelte secondo i temi più cari all’artista. Un repertorio con il quale, sin dal suo esordio discografico del 1977, si è ritagliato uno spazio importante nel panorama nazionale, narrando in modo molto personale le piccole grandi storie della quotidianità. E con il suo modo di fare musica, Concato ha conquistato il pubblico che sa di avere a che fare con un autore elegante, capace di grande autoironia, sempre attento alle tematiche ambientali, sociali e civili. Le canzoni di Fabio Concato sono entrate nella storia della musica italiana, senza mai mostrare i segni del tempo, anzi cristallizzando emozioni e versi entrati nell’immaginario collettivo.

Un concerto che, non a caso, è stato scelto da Vincenzo Spampinato, direttore artistico di Luna piana, quale ultimo appuntamento della rassegna, quasi a sottolineare il compimento di quel percorso alla ricerca di bellezza e suggestive congiunzioni tra astri e arte, inaugurato il 2 luglio scorso.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*