S4Forum: ruolo delle imprese nella formazione dei giovani talenti di Skills for the Future 

L’obiettivo da perseguire è mettere a fianco scuola e imprese per favorire l’innovazione e la sostenibilità del settore agroalimentare attraverso la formazione di nuovi talenti. 

La seconda edizione di S4Forum, uno dei più importanti appuntamenti del programma europeo di “Skills for the Future” (S4F), si svolgerà il 28 ottobre, alle 15:30, al Centro Commerciale e Culturale di Ragusa in via Matteotti, 61. 

S4F è un percorso educativo proposto e sostenuto da EIT Food (European Institute of Technology per il settore agroalimentare) e implementato da Junior Achievement Italia (JA Italia), allo scopo di aiutare ad integrare l’istruzione all’imprenditoria giovanile negli istituti superiori (licei, tecnici e professionali) attraverso la creazione di una mini-company che ha come scopo risolvere le sfide del sistema agroalimentare. S4F punta a sensibilizzare e a preparare i futuri talenti all’economia sostenibile e circolare del sistema agroalimentare, settore che solo in Sicilia rappresenta il 20% dell’intera nazione.

La scuola – ha dichiarato Mario Roccaro, responsabile EIT Food del programma – gioca un ruolo importantissimo nel trasferimento dei valori fondamentali per il futuro della nostra esistenza, attraverso la formazione di talenti. Le imprese agroalimentari rivestono un ruolo sempre più importante nel superamento delle sfide che la collettività deve affrontare oggi e che abbracciano, tra le altre cose, l’emergenza climatica, l’aumento della popolazione e l’utilizzo non sempre razionale delle risorse naturali. Inoltre, la responsabilità sociale sta diventando sempre più una nota distintiva delle aziende moderne e conduce alla scelta di prodotti e servizi offerti da parte dei consumatori. Queste aziende necessitano di talenti per avviare una trasformazione, non più rinviabile, verso un sistema agro-alimentare sostenibile“. 

Il forum si svolgerà sia in presenza che online, ed è rivolto a imprenditori e operatori dell’agroalimentare, dirigenti scolastici, insegnanti, e rappresenti delle istituzioni locali, regionali e nazionali.

Registrati a questo link per partecipare in presenza: https://lnkd.in/djrftTfr
Registrati a questo link per partecipare online: https://lnkd.in/diXSM3sW

EIT 

European Institute of Technology (EITè un organismo creato dall’Unione Europea nel 2008 che opera tramite le Comunità della Conoscenza e dell’Innovazione (CCI) per esempio EIT Food. Le CCI sono partenariati pan-europei dinamici e di lungo periodo tra aziende leader, laboratori di ricerca e imprese, ognuna dedicata alla ricerca di soluzioni per una sfida settoriale globale specifica, al fine di rafforzare la capacità d’innovazione dell’Europa.

EIT Food, rappresenta il più grande consorzio Europeo che si occupa di imprenditorialità e innovazione del settore food, per incoraggiare la prossima generazione di innovatori e imprenditori in Europa a trovare modi per costruire una società europea più sostenibile nel settore alimentare.

JA Italia

Junior Achievement è la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata alleducazione economico-imprenditoriale nella scuola. In 122 Paesi, la rete di JA riunisce oltre 465.000 volontari dazienda provenienti da tutti i settori professionali e, con loro, raggiunge più di 10 milioni di studenti al mondo. Dal 2019, Junior Achievement è inserita da NGO Advisor al settimo posto nella classifica mondiale Top500NGO. Dal 2002, in Italia, ha costruito un network di professionisti dimpresa, fondazioni e istituzioni, educatori e insegnanti che, secondo logiche di responsabilità sociale e volontariato, forniscono strumenti e metodi didattici pratici e concreti. Grazie a loro, JA Italia ha formato nell’a.s. 2020/2021 oltre 130 mila giovani dai 6 ai 24 anni, valorizzandone le attitudini, insegnando loro come riconoscere le opportunità, affinché il futuro diventi una promessa di speranza e gli studenti di oggi siano protagonisti nel lavoro di domani. www.jaitalia.org

Svi.Med

Svimed è un’associazione senza scopo di lucro la cui missione è lo sviluppo sostenibile dei territori, in particolare dello spazio Euro-mediterraneo. Dal 2003 la Svimed propone progetti di sostenibilità per il territorio a livello nazionale ed europeo. La nostra mission è quella di contribuire a far crescere il territorio euromediterraneo in maniera responsabile e sostenibile attraverso la convinzione che ogni progetto rappresenta una sfida per la nostra organizzazione ma anche per il nostro territorio e che nulla è scontato.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*