Serie D, il Catania SSD batte 3-2 al “Massimino” una battagliera Città di Sant’Agata

Catania SSD-Città di Sant'agata: 3-2

Nona vittoria consecutiva su nove gare per il Catania SSD di mister Giuseppe Ferraro che, incitato dai quindicimila spettatori del “Massimino” e con la presenza del presidente Rosario Pelligra, ha battuto oggi pomeriggio per 3-2 una mai doma Città di Sant’Agata di Leo Vanzetto, undici che con la sua velocità ed i suoi schemi ha messo in difficoltà gli etnei, realizzando due reti e dimostrandosi la migliore squadra tra quelle finora affrontate in campionato dai rossazzurri. La vittoria di oggi consegna al Catania altri tre punti ma la cosa più importante è che è aumentato il distacco (otto punti) dalla seconda forza del girone I, il Lamezia, battuto 1-0 dal San Luca.

Rapisarda, Vitale e Jefferson, i tre marcatori etnei

Il Catania ad inzio partita ha patito la velocità e la predisposizione ad attaccare degli avversari ma, come spesso succede quest’anno, ha colpito al momento giusto ed infatti al 17‘ è arrivato il tiro preciso di destro di Rapisarda che ha battuto il portiere avversario per l’1-0. Al 24′ è poi arrivato il raddoppio con un colpo di testa di Vitale su cross di Rapisarda. Il primo tempo si è chiuso con il doppio vantaggio per i padroni di casa ma gli avversari hanno sempre mostrato carattere, veloci schemi di gioco e voglia di lottare.

Al rientro dagli spogliatoi Città di Sant’Agata molto determinato e che, dopo aver sfiorato il 2-1 con Vitale, andava in rete al 54‘ con Scolaro che approfittava di una disattenzione della retroguardia etnea, ma poi al 71′ Jefferson trasformava un rigore concesso dall’arbitro per atterramento di Forchignone. Ospiti rassegnati alla sconfitta? Niente di tutto questo, infatti la pimpante squadra di Vanzetto riusciva ad accorciare le distanze con un rigore realizzato all’80′ da Bonfiglio. Nel finale di gara e nei 5′ di recupero la squadra di mister Vanzetto ha cercato di centrare il prestigioso pareggio contro la capolista ma i rossazzurri hanno amministrato il sia pur minimo vantaggio, portando a casa la nona vittoria che, complice la contemporanea sconfitta del Lamezia, li proietta in fuga solitaria. E’ vero che oggi i rossazzurri hanno sofferto e che ancora il campionato è lungo, ma finora il Catania ha mostrato sempre la forza del suo organico e domenica prossima, alle ore 14.30, sarà ospite del Cittanova, penultimo in classifica.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*