“Pari opportunità e contrasto alla violenza sulle donne” a Palermo il 15 novembre

“Pari opportunità e contrasto alla violenza sulle donne” è il titolo del convegno che si terrà nella Sala Congressi “Orsa” del San Paolo Palace Hotel, in via Messina Marine 91 a Palermo, martedì 15 novembre a partire dalle 16:00.

L’evento, organizzato e promosso dal Nuovo Sindacato Carabinieri Sicilia, trae spunto dalla risoluzione dell’ONU del 1993, con la quale, ufficialmente, l’assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato la necessità dell’applicazione universale dei diritti e dei principi di uguaglianza, sicurezza, libertà, integrità e dignità.

Partendo dunque dalla storica data del 20 dicembre 1993, i lavori affronteranno i temi e le istanze che ruotano attorno alla violenza di genere grazie al contributo di sensibilità e professionalità diverse, accomunate dalla volontà di fare luce sul fenomeno che, considerate la delicatezza e la complessità che lo caratterizzano, esige riflessioni e analisi congiunte da parte di soggetti istituzionali e realtà impegnate nel volontariato e nell’associazionismo.

Al centro, il ruolo focale dell’Arma dei Carabinieri nella lotta alle discriminazioni e alla violenza contro le donne, portato avanti quotidianamente all’insegna della tradizionale vicinanza alla gente e al territorio.

A Palermo, in particolare, il personale dei Carabinieri che appartiene alla Rete Antiviolenza è appositamente formato e addestrato con alcuni corsi specifici che si tengono all’Istituto Superiore di Tecniche Investigative di Velletri, in provincia di Roma.

La Rete Antiviolenza è composta da un’unità scelta per ciascuna Stazione di Palermo e da uno o due militari per ogni Compagnia fuori dal territorio cittadino, selezionati nei vari gradi in virtù delle loro peculiarità umane e professionali.

In maggioranza donne, si tratta di operatori – circa trenta militari in tutto – che si connotano per le loro doti personali di empatia e sensibilità nei riguardi di chi sperimenta particolari condizioni di disagio e sofferenza.

L’attività della Rete Antiviolenza sarà uno degli argomenti del convegno, moderato dalla giornalista Marianna La Barbera, che si arricchirà della proiezione del monologo dell’attrice Paola Cortellesi sul tema e del cortometraggio “Piccole cose di valore non quantificabile”, diretto da Paolo Genovese e interpretato da Fabrizia Sacchi e Gianni Ferreri.

A introdurli, saranno rispettivamente il segretario generale e il segretario regionale di NSC Toni Megna e Igor Tullio che interverranno illustrando il ruolo del sindacato nell’affermazione delle pari opportunità e l’impegno dell’Arma dei Carabinieri nel contrasto alla violenza contro le donne.

In rappresentanza di NSC relazioneranno anche il maresciallo Antonella Giuliano, componente del pool anti-violenza di Palermo e della segreteria provinciale e il maresciallo Carmen Oro, esponente della segreteria regionale: i loro interventi verteranno sul valore aggiunto del sostegno alle vittime di violenza rappresentato dalla presenza femminile nell’Arma e sui crimini di matrice sessuale.

Argomenti importanti, ai quali farà seguito anche un gesto solidale concreto, che sarà preannunciato nel corso dell’evento.

L’iniziativa vedrà la partecipazione di personalità politiche, sindacali, religiose e di esponenti della società civile. 

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*