Salemi il primo Borgo della Sicilia ad aderire al Movimento Italia Gentile

Domenica 20 novembre, alle ore 10, al Castello Normanno di Salemi, in provincia di Trapani, una mattinata tutta dedicata al valore della Gentilezza, con la proclamazione di Salemi 44° Comune Gentile d’Italia: il borgo siciliano entrerà, infatti, a far parte del Movimento Italia Gentile, progetto nazionale dell’Organizzazione di Volontariato My Life Design, ente del terzo settore fondato dall’autore bestseller e riferimento internazionale nelle scienze del benessere Daniel Lumera, che per l’occasione invierà un video messaggio dedicato alla cittadinanza.

L’evento si apre con un incontro “in-formativo” rivolto a tutti, tenuto da Valeria Pompili, responsabile dell’Area Educazione della My Life Design O.D.V. Francesca Macaddino, socia e volontaria dell’associazione, che si compone di momenti esperienziali, approfondimenti teorici e attività pratiche, tutte dedicate a esplorare il metodo My Life Design® ideato da Lumera per uno sguardo consapevole sulla vita, la “biologia dei valori”, i “pilastri del benessere” e “l’ecologia interiore”, arrivando a sperimentare i tre strumenti del ben-essere: meditazione, perdono, respirazione.

Quindi, dopo un momento musicale, si passa alla proclamazione del Comune Gentile con la sottoscrizione del Manifesto delle Città Gentili. La firma ufficiale, che impegna in dieci punti il Comune, in collaborazione con la propria comunità, in azioni che esprimano la piena consapevolezza dell’importanza del valore della gentilezza per il benessere sociale, vede la partecipazione del sindaco di Salemi Domenico Venuti, di Rina Gandolfo, assessore a Pubblica Istruzione, Servizi Sociali e Pari Opportunità, e di Nico Caiazza, presidente della My Life Design O.D.V.; modera Filippo Triolo. A conclusione dell’evento verrà posizionata anche la “Panchina della Gentilezza” all’esterno del Castello.

In linea con gli altri comuni gentili della Sicilia e d’Italia, a cui si aggiunge lo Stato Gentile di San Marino, il Comune di Salemi si assume, quindi, l’impegno di riconoscere la gentilezza come valore sociale in grado di incrementare benessere e longevità, e realizzare iniziative gentili a beneficio della collettività in diversi ambiti. Tra queste il primo progetto è il “Gentil Borgo”, dove la gentilezza passa anche dalla tutela dei beni culturali e ambientali, e dalla valorizzazione della loro bellezza storica, archeologica e paesaggistica. L’iniziativa vede il coinvolgimento degli istituti scolastici del territorio in incontri e conferenze volte a presentare ai ragazzi il patrimonio archeologico e ambientale di Salemi; quindi, verranno promossi percorsi al fine di far scoprire ai cittadini, agli studenti e ai turisti le meraviglie che il borgo conserva, arricchiti da momenti di riflessione e occasioni conviviali con intermezzi musicali. Il progetto vedrà, inoltre, un’escursione presso il sito archeologico di Mokarta, risalente alla Tarda Età del Bronzo (XIII – X sec. a.C.) e ubicato sulla sommità della Collina di Mokarta, che per l’occasione diverrà sede del “Festival degli Abbracci”, al fine di condividere l’effetto terapeutico che un abbraccio offre al corpo e alla mente per il proprio benessere.

«Viviamo un momento molto difficile sotto il profilo delle tensioni internazionali e da Salemi sposiamo con convinzione la causa della gentilezza, mandando un messaggio di pace», dice il sindaco di Salemi, Domenico Venuti. E aggiunge Rina Gandolfo«Siamo felici di legare il nome di Salemi a un’iniziativa che ruota attorno a un valore importante come quello della gentilezza».

Tali impegno e visione rispecchiano appieno la mission del progetto dei Comuni Gentili nell’ambito del Movimento Italia Gentile, volto a incentivare lo sviluppo delle realtà aderenti in linea con l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU, con l’obiettivo di valorizzare la relazione tra istituzione, cittadino, territorio e natura attraverso la promozione di una nuova educazione alla consapevolezza e al benessere individuale, relazionale e collettivo ad alto impatto sociale. Il Movimento, nato nella primavera 2020, ha visto unirsi nel valore della gentilezza, oltre ai comuni, anche migliaia di persone che da tutta Italia e dall’estero hanno partecipato a proposte online, aderito all’atto di “gentilezza sospesa” e generato una serie di iniziative benefiche anche spontanee, insieme a più di un centinaio di realtà profit e non profit tra librerie, imprese, hotel, ristoranti, enti, associazioni che si connettono in una rete di gentilezza in continua espansione.

«Per affrontare questo periodo di grandi cambiamenti e di profonde crisi ambientali, politiche, sociali – conclude Daniel Lumera – è quantomai necessario ripartire dalla Biologia dei Valori e, in primis, dal valore della Gentilezza, medicina naturale che ci indica un modo di vivere non più competitivo ma cooperativo, che affonda le sue radici nell’empatia, nell’interconnessione, nel perdono e nella pace. E proprio all’insegna di questi valori si sta espandendo il Movimento Italia Gentile, un circolo virtuoso inarrestabile che vede l’unione tra scienza e coscienza per generare un impatto sociale tangibile, con benefici non solo per il nostro benessere, la nostra salute e la qualità della vita, ma anche per l’ambiente che ci circonda e il pianeta stesso».

La partecipazione alla mattinata è a ingresso libero e gratuito.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*