400 lavoratori ODA da settembre senza stipendio, via allo stato di agitazione, il 29 novembre sit in di protesta

Oda

La FP Cgil di Catania Funzione pubblica proclama lo stato di agitazione dei circa  400 lavoratrici e dei lavoratori dell’Oda, Opera diocesana Assistenza che non ricevono lo stipendio dallo scorso settembre. Martedi 29 si terrà un sit in di protesta alle in via V.Emanuele 184, dalle 9,30 alle 13, senza interrompere il servizio ai disabili; servizio che i lavoratori continueranno a garantire con spirito di abnegazione e sacrificio. In una lettera ufficiale firmata dalla segretaria generale del sindacato di categoria, Concetta La Rosa, ai vertici dell’opera e alla Prefettura,  si preannuncia “l’intenzione di indire lo sciopero”.

 La Funzione pubblica sottolinea che lavoratori e le lavoratrici ricevono da diverso tempo le mensilità con ampio ritardo “causando ai lavoratori e alle loro famiglie difficolta non più sostenibili”. La Rosa aggiunge che la modifica  unilaterale del contratto collettivo di lavoro in sfregio a qualsiasi condotta democratica e di partecipazione dei lavoratori, non può essere accettabile.

“L’Oda e alcune sue attività, rientrano in uno specifico decreto assessoriale che prevede precisi requisiti per la corresponsione delle rette e l’applicazione del contratto maggiormente rappresentativo è fra questi”. La FP chiede dunque l’ attivazione, nei tempi di legge, della preventiva procedura di raffreddamento e conciliazione delle controversie.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*