Serie A3, la Farmitalia Saturnia consolida il primato battendo 3-0 il Napoli

La Farmitalia Saturnia suona l’ottava sinfonia. La capolista del girone blu del campionato di Serie A3 Credem  consolida ulteriormente il primato in classifica, superando nel classico testa-coda la QuantWare Napoli (3-0). Nel prossimo weekend gli uomini di Kantor giocheranno ancora in casa. Ospite al PalaCatania sarà il Sabaudia (domenica, in campo alle ore 17).  

MIXED ZONE. Il presidente Luigi Pulvirenti elogia la squadra: “Non è mai facile affrontare queste partite con l’approccio giusto. La squadra, invece, è scesa in campo con grande carattere, dimostrando di avere una grandissima voglia di vincere e continuare il percorso intrapreso. Ora sotto con Sabaudia, giocheremo ancora in casa e sarà importante l’apporto dei nostri tifosi”. Il tecnico Waldo Kantor ribadisce: “Dal punto di vista generale è stata una grande prova quella offerta dalla squadra. Tanta concentrazione, abbiamo pensato alle cose da fare bene. Merito alla squadra che ha tenuto alto il rendimento. Sul piano tecnico il  muro è stato ancora una volta importante, ma credo che in tutti i fondamentali siamo stati bravi”.

PRIMO SET. La tensione è alta. La classifica non conta. Ogni partita deve avere lo stesso peso specifico di sempre, affrontata con lo stesso piglio e senza abbassare la guarda. L’atteggiamento da adottare è delineato sin dalla vigilia.

La Farmitalia Saturnia scende in campo con il sestetto base: Fabroni in regia, Casaro opposto; Jeroncic e Frumuselu centrali; Disabato e Zappoli schiacciatori; Zito libero. Napoli, neopromossa, mette in campo molta voglia, ma la Saturnia c’è sin dal primo punto. Jeroncic firma il break (4-0), Napoli si rifà sotto (6-4). La ricezione gira a mille. Ci pensa Casaro ad allungare il passo con due realizzazioni vincenti (10-4). Disabato e Frumuselu (a muro) allungano il vantaggio a più sette (13-6). Zappoli in pipe e Casaro si fanno trovare puntuali all’appuntamento sotto rete che vale il 19-12. Casaro ha il braccio caldo e firma gli ultimi due punti che suggellano la vittoria locale del primo set. L’opposto completa quindi lo straordinario primo set con il 100 per cento in attacco e due muri punto.

SECONDO SET. Più combattuta la prima parte del secondo set. La formazione di Kantor abbassa un po’ la guardia, Napoli ha un’alta efficienza in ricezione. Casaro toglie le castagne dal fuoco, chiudendo di banda il 10-9 e il 15-14. L’efficienza in battuta non è ai livelli di sempre. Fabroni chiama in causa con regolarità anche i centrali (Jeroncic firma il 17-15). Napoli prende coraggio e opera il sorpasso (18-17). Casaro mostra i muscoli, piazzando il lungolinea del 20 pari e il punto del doppio vantaggio (22-20). Nicotra registra la ricezione. Casaro, scatenato, suggella la sua prova eccellente con due bordate da copertina.

TERZO SET. Zappoli riporta in alto il livello del servizio con l’ace del 4-2. Frumuselu a muro e in attacco scava il solco. L’11-4 è ancora opera di Casaro. Senza storia il set. Napoli esce progressivamente dalla partita al cospetto della capolista che non sbaglia un colpo sia a muro che in contrattacco. Sul 19-7, accompagnato da un fragoroso applauso, si registra il ritorno in campo del centrale Antonio Smiriglia, dopo l’infortunio che l’ha tenuto lontano dai giochi in questa prima parte della stagione. Enrico Zappoli piazza il mani e fuori che segna il 20-9. C’è gloria per Tasholli, appena entrato, per il 22-9 e per il 24-10, che vale il match point. Ci pensa Alberto Nicotra a mettere a terra il pallone che chiude la contesa ed esalta il pubblico del PalaCatania.

IL TABELLINO FARMITALIA SATURNIA-QUANTWARE NAPOLI

FARMITALIA SATURNIA: Frumuselu 9, Fabroni 1, Zappoli 6, Jeroncic 4, Disabato 3, Casaro 21, Zito (L1), Nicotra 1, Fichera, Tasholli 2, Smiriglia, ne: Battaglia, Maccarrone (L2). All. Kantor.

QUANTWARE NAPOLI: Canzanella 8, Saccone 3, Cefariello 4, Fernandez 2, Martino 3, Leone 1, Ardito (L1), Malanga, Monda (L2) ne: Botti, Giardino, Anatrella, Piscopo, Matanò, Monto. All. Sergio Calabrese.   

Arbitri: Danilo De Sensi e Fabio Scarfò

Set: 25-16, 25-23, 25-10.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*