A Catania l’INFN offre 14 posizioni da “tecnico di ricerca” e 20 posizioni da “tecnologo di ricerca”

L’INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ha pubblicato i bandi per il reclutamento del nuovo personale per i progetti PNRR: si tratta di 203 posizioni per laureate e laureati e per neodiplomati e neodiplomate

Le opportunità sono distribuite in molte sedi su tutta Italia e riguardano diversi profili per lavorare su progetti di punta per la ricerca scientifica di eccellenza, in un ambiente collaborativo e internazionale.

A Catania l’INFN offre 14 posizioni da “tecnico di ricerca” e 20 posizioni da “tecnologo di ricerca” per lavorare, presso la Sezione INFN di Catania o presso i Laboratori Nazionali del Sud, su progetti di scienza di frontiera, a forte vocazione tecnologica, finanziati con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

In particolare, si cercano 4 tecnici informatici, 7 tecnici elettronici, 3 tecnici meccanici, 10 laureati in fisica, ingegneria o scienze dei materiali per lavorare nell’ambito degli acceleratori di particelle, 7 laureati in discipline scientifiche con un background in computing e data analysis2 laureati in fisica o ingegneria per lavorare nell’ambito dell’elettronica e 1 ingegnere civile.

I bandi sono consultabili sul sito INFN a questa pagina

I neoassunti potranno collaborare alle attività dei progetti SAMOTHRACE, ICSC, TERABIT, CTA+, EUAPS, ITINERIS, NQSTI, KM3NET4RR ed ETIC.

  • SAMOTHRACE, Ecosistema per l’innovazione della Regione Sicilia, che si pone l’obiettivo di potenziare i campi della microelettronica e delle micro e nano tecnologie per sviluppare nuove applicazioni in sei aree: energia, salute, mobilità intelligente, ambiente, patrimonio culturale e agricoltura intelligente
  • ICSC, il Centro Nazionale di Ricerca in HPC, Big Data e Quantum Computing, che svolge attività di R&D Ricerca e Sviluppo, a livello nazionale e internazionale, per l’innovazione nel campo delle simulazioni, del calcolo e dell’analisi dei dati ad alte prestazioni
  • TERABIT, Terabit Network for Research and Academic Big data in Italy, un grande progetto nazionale che si pone l’obiettivo di creare una sinergia fra tre infrastrutture strategiche per la rete e il calcolo (GARR-T, PRACE e HPC-BD-AI), svolgendo un lavoro complementare a quello del Centro ICSC
  • CTA+, un progetto che incrementerà i ritorni scientifici e tecnologici associati al Cherenkov Telescope Array, l’osservatorio terrestre di prossima generazione per l’astronomia dei raggi gamma ad alte energie
  • EUAPS, EuPRAXIA Advanced Photon Sources “EuAPS”, progetto che si sviluppa nel contesto di EuPRAXIA per realizzare una nuova generazione di acceleratori di particelle al plasma
  • ITINERIS, Italian Integrated Environmental Research Infrastructure System, il primo hub di infrastrutture di ricerca italiano a tema ambientale per lo studio e l’osservazione dei processi atmosferici, dell’ambiente marino, della biosfera terrestre, della geosfera
  • NQSTI, National Quantum Science and Technology Institute, un hub dedicato alla ricerca nel campo delle Scienze e Tecnologie Quantistiche
  • KM3NET4RR, KM3 Neutrino Telescope for Recovery and Resilience (KM3net4RR), progetto dedicato al potenziamento del sito italiano dell’osservatorio sottomarino per neutrini KM3NeT, al largo di Capo Passero, in Sicilia 
  • ETIC, un grande progetto di ricerca nazionale che supporterà lo sviluppo di Einstein Telescope, il rivelatore europeo di onde gravitazionali del futuro

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*