Serie A3, la Farmitalia Saturnia vince il derby con l’Avimecc Modica per 3-1

Farmitalia Saturnia (Ph. Mimmo Lazzarino)

Una vittoria speciale. Tre punti preziosi che consentono alla Farmitalia Saturnia di rimanere in testa alla classifica nel girone blu del campionato di Serie A3 maschile Credem Banca. Il derby con il Modica, valevole per la prima di ritorno, è vinto al termine di quattro set ricchi di intensità davanti a una bella cornice di pubblico accorsa nel giorno di Santo Stefano al PalaCatania a sostenere la squadra del presidente Luigi Pulvirenti. Da oggi qualche giorno di riposo. La squadra tornerà in campo il prossimo 7 gennaio per affrontare a domicilio Roma.

MIX ZONE. Il tecnico Waldo Kantor: “Abbiamo giocato da squadra, vincendo una partita difficile contro il Modica che ci aveva sconfitti all’andata. Bravo Andrea Fichera a sostituire Fabroni squalificato. Da qui alla fine non ci saranno scontri facili, tutte le sfide saranno combattute. Orgoglioso dei miei ragazzi”. Il regista Andrea Fichera: “Ringrazio i miei compagni di squadra per il supporto. Dedico la vittoria a mio nonno, che purtroppo non c’è più, e alla mia famiglia”.

PRIMO SET. Andrea Fichera debutta ufficialmente in Serie A3 per sostituire lo squalificato Marco Fabroni, il cui stop è stato ridotto dalla Corte d’Appello Federale da tre a una giornata, dopo il ricorso presentato dalla società.

Parte bene Modica (avanti 3-0). Frumuselu timbra il 5 pari a muro. Piervito Disabato accorcia le distanze (12-13). Due errori modicani consentono di operare il sorpasso (16-15). Jeroncic alza il muro e piazza due punti di fila. (18-17). Doppio Disabato (75% di efficienza in attacco) e Casaro lanciano la Farmitalia Saturnia sul 23-22. Garofolo frena Casaro, riportando Modica in parità. Raso (a muro) archivia il primo parziale per Modica.

SECONDO SET. Parte bene la Farmitalia (4-2, Casaro). Ma Modica non abbassa l’intensità del gioco. Kantor lancia in campo Nicotra che si presenta subito con un mani e fuori (8-7). Capelli e Garofolo portano avanti Modica (12-10). Migliora l’efficienza in battuta. Ne risentono gli ospiti che subiscono il break che porta la squadra di Kantor avanti (17-15). Casaro e un errore modicano in attacco mettono le ali agli etnei. Il 22-17 di Frumuselu (ennesimo muro) esalta il pubblico del PalaCatania. L’ace di Disabato pareggia i conti (25-18).

TERZO SET. Casaro sale subito in cattedra con due punti in attacco e il break in battuta (5-3). La Farmitalia ha le redini dell’incontro: difende palloni preziosi e contrattacca con efficacia (Nicotra firma il 16-10). Fichera firma il primo punto in A3 con un pallonetto di prima intenzione (17-12). Casaro piazza il lungolinea che concede alla Farmitalia il massimo vantaggio (20-12). Casaro non si scompone e mette a terra l’attacco del 25-19.

QUARTO SET. Modica prova a rimettersi in carreggiata. La Farmitalia, dopo una prima fase di stallo, si rimette in moto. È un botta  e risposta esaltante. Nicotra firma l’ottavo punto a muro della squadra. Fichera spinge a centro su Jeroncic che passa con regolarità (8-7). La partita s’infiamma. La Farmitalia prende il largo, ma ha un passaggio a vuoto che rimette in corsa i modicani. Casaro, in splendida forma, spezza l’inerzia del parziale, siglando il lungolinea e la battuta vincente che portano i padroni di casa in vantaggio di due lunghezze. Frumuselu è invalicabile, prima su Chillemi e, poi, su Quagliozzi. La storia della partita è scritta per la gioia generale del tifosi e dirigenti che chiudono il 2022 con una vittoria importante che riscatta altresì lo stop della partita d’andata.

 Farmitalia Catania-Avimecc Modica 3-1

Farmitalia Catania: Fichera 1, Zappoli 3, Jeroncic 7, Casaro 26, Disabato 22, Frumuselu 6, Tasholli 0, Zito (L), Nicotra 7. Ne: Battaglia, Smiriglia, Maccarrone. All. Kantor.

Avimecc Modica: Putini 2, Chillemi 15, Raso 6, Quagliozzi 16, Capelli 21, Garofolo 6, Aiello (L), Petrone 0, Princi 0. Ne: Firrincieli, Ventura, Turlà. All. D’Amico.

ARBITRI: De Sensi e Fontini.

SET: 24-26, 25-18, 25-19, 25-20.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*