Asec Trade, bilancio 2022 tra variazioni di luce e gas e tante sfide vinte

Il 2022 è stato un anno veramente complesso a causa soprattutto delle continue variazioni di luce e gas che ci hanno spinto ad attivare politiche specifiche per creare forme di contenimento alle spese energetiche nel bilancio di ogni singolo utente. Non solo, con lo scoppio del conflitto in Ucraina, abbiamo deciso di mettere in campo il progetto “Asec Trade per l’Ucraina” con il duplice scopo di permette all’utente di risparmiare e contemporaneamente di aiutare coloro che sono in difficoltà”. Queste le parole del Presidente di Asec Trade Giovanni La Magna che traccia così il bilancio dell’anno che si sta per concludere.

 “Quello che abbiamo ottenuto finora non sono stati risultati scontati, soprattutto se consideriamo che pochi mesi fa i rincari in bolletta di luce e gas erano di 5 volte in più, rispetto all’anno scorso, per la prima e di 12 volte in più per la seconda nello stesso arco di tempo.  Malgrado la generale congiuntura economica ad essa collegata- prosegue La Magnaabbiamo dimostrato l’efficacia di una strategia mirata al conseguimento di obiettivi che coniugano l’attenzione al cliente con la creazione di valore. Risultati maturati grazie all’affiatamento dei componenti del Consiglio di Amministrazione (il professor Francesco Nauta e il dottor Massimiliano Giacco), all’esperienza del Dirigente Gaetano Pirrone e dei dipendenti di Asec Trade”.

Un consolidamento che ha portato l’azienda ad essere più proiettata verso il mondo digitale con un nuovo sito web, dalla grafica accattivante e innovativa, inaugurato lo scorso novembre. Un nuovo portale che ha permesso all’azienda di proseguire nel percorso di digitalizzazione e dematerializzazione già da tempo intrapreso.

Una “visual identity” per l’intero territorio regionale e nazionale rafforzata anche dalla presentazione, lo scorso maggio, del servizio di firma grafometrica all’insegna del “Paper Free”.

Immaginare servizi aggiuntivi, utilizzando le nuove tecnologie, rappresenta un’assoluta priorità per l’azienda etnea che lo scorso luglio ha siglato una convenzione con l’Ordine dei Farmacisti Catania.

 “Un accordo che rappresenta una ulteriore tappa che proietta la nostra azienda verso nuovi mercati e ad allargare il proprio bacino di clienti– conclude La Magnasotto la mia presidenza c’è stato un profondo cambiamento e questa azienda, in poco tempo, è diventata una risorsa fondamentale per tutta la città. Ieri come oggi non vogliamo assolutamente fermarci e, per il prossimo anno, puntiamo a sviluppare nuovi servizi e a raccogliere nuove sfide”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*