“Future Vibes” Abact, il 10 gennaio a Catania Alessandro Ianniello

Alessandro Ianniello, progetto Collettivo The Bench (Milano design week)

Sarà Alessandro Ianniello, ricercatore del Politecnico di Milano (Dipartimento di Design), il protagonista del nuovo appuntamento – martedì 10 gennaio 2023, ore 18.30 da Zo Centro Culture Contemporanee – di “Future Vibes”, la rassegna mensile organizzata dall’Accademia delle Belle Arti di Catania (Abact) e progettata da due suoi docenti: la storica dell’arte Ambra Stazzone e il data scientist, Lorenzo Di Silvestro che si interrogano alla ricerca di una visione comune e completa. L’ingresso è libero.

Trentun anni, milanese, Ianniello ha due lauree in Design, è ricercatore del Politecnico di Milano e insegna in alcuni corsi della laurea in Design del Prodotto. Nel 2019, insieme ad alcuni colleghi, ha co-fondato il collettivo The Bench “mosso dalla volontà di portare il nostro contributo nell’immaginare alternative al futuro che ci aspetta. Ne fanno parte sound designer, grafici, comunicatori, studiosi del prodotto con l’obiettivo di dar vita a progetti fruibili, sociali e che avvicinino il design alla cultura di massa”.

Gli incontri di Future Vibes, in programma fino a maggio, hanno portato e porteranno a Catania professionisti dell’arte digitale, modellisti 3D, fumettisti ma anche critici, curatori e artisti. Tutti gli appuntamenti si svolgono da Zo Centro Culture Contemporanee ogni secondo martedì del mese, alle 18.30. A seguire djset su musica elettronica accompagnati da Vjing. La rassegna prosegue in febbraio con gli artisti Cuoghi & Corsello (14/02); Dottor Pira, fumettista, grafico e autore tv (14/03); Valentina Tanni, storica dell’arte e docente (11/04) e infine un’artista, Kamilia Kard, e un critico d’arte contemporanea, Domenico Quaranta, il 9 maggio a chiusura del progetto. Info www.abacatania.it

Accademia di Belle Arti di Catania, notizie

Nata nel 1968, l’Accademia di Belle Arti di Catania appartiene al sistema universitario statale del MIUR (Ministero dell’Università e della Ricerca) all’interno del comparto AFAM – Alta Formazione Artistica e Musicale e coreutica.

Articolata in tre sedi (via del Bosco, via Barletta, via Franchetti) offre agli studenti un ciclo di studi quinquennale articolato in un primo e in un secondo livello (3+2). Venticinque i corsi erogati attraverso tre dipartimenti: Arti visive, Progettazione e arti applicate e Comunicazione e didattica dell’arte. Info www.abacatania.it

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*