A Catania dal 19 al 22 gennaio “One Night with Gianni”, progetto curato da Sabina Albano

Brochure

A cinque anni dalla spettacolare mostra “Dialoghi / Dissing – Gianni Versace Magna Grecia Tribute” al Museo MANN di Napoli, Sabina Albano, curatrice del progetto, riprende il viaggio-omaggio nel mondo dello stilista. Dal 19 al 22 gennaio Catania ospita il Progetto One Night with Gianni / Gianni Versace Baroque Tribute; un evento che intende sottolineare la forte attualità degli stili di Gianni Versace, un accurato tributo al suo genio creativo, in una cornice, come quella di Palazzo Biscari di Catania, che risponde all’esigenza non solo di una prestigiosa sede espositiva, ma che con la sua storia, il suo genius loci possa enfatizzare l’intera esposizione.

Lungo il percorso partito nel 2017 da Napoli, che ha attraversato Berlino, Borås (Svezia), Singen (Germania) e qualche settimana fa Groningen (Paesi Bassi). Il nuovo tributo offrirà al pubblico di Catania Fashion Exhibition, Fashion Talk, Happening, videoproiezioni, performance di Sound Design, Abiti Olfattivi, cocktail e degustazioni. One Night with Gianni è un attraversamento: disegna l’itinerario di un viaggio dentro e fuori la testa di un grande visionario come Gianni Versace ed è anche un itinerario da compiere dentro e fuori il Barocco Siciliano, quello di Catania e di Palazzo Biscari.

Sabina Albano, curatrice Worldwide della collezione privata di abiti e oggetti raccolti negli anni da Antonio Caravano, ancora una volta indaga sulla convinzione che le parole della moda possano leggere la storia. Il linguaggio della moda inteso anche come traccia storica, un codice che può decifrare tutto.

“Parlare di Gianni Versace – dice la Albanosignifica andare alle radici della nostra cultura. In fondo, sono un’archeologa con la passione della moda. Un abito degli anni ’90 non è altro che un reperto, figlio di iconografie artistiche, anch’esso un pezzo di storia: la nostra”.

“Il cuore del progetto sono i suoi abiti (più o meno) barocchi, immersi in un luogo fastoso e complesso – scrive nel catalogo che sarà pubblicato a termine dell’esposizione – Gli abiti attendono i viaggiatori del tempo nella Sala da Ballo per accompagnarli in un passaggio sempre più segreto, sempre più intimo. Il visitatore attraverserà il Salone di Palazzo Biscari guidato dalle sete, dalle stampe, dai decori pensati e disegnati dal Genio Barock di Gianni”.

“Le fantasie iperboliche certo Barocche, ma non solo, – scrive ancora la Albanoavvolgeranno gli occhi degli e delle amanti della Moda, delle svariate Iconografie e dal Futuro che la Moda saprà sempre indovinare. Avranno voglia di conoscere la Storia e la Vita di un grande ed eclettico Sarto, ritroveranno nell’aria suoni e note profumate che trascineranno indietro nel tempo”.

Il programma: giovedì 19 gennaio un Opening Party, con dj set, inaugurerà la mostra con 12 abiti d’ispirazione barocca, più elementi d’arredo della G.V. Home Collection.

Venerdì 20, serata Inaria con le proiezioni nomadi di alcune storiche sfilate di Gianni Versace, come quelle del ’92 e del ’97, seguite da un talk Delizia e urbanistica barocca – Se Gianni Versace si innamora di Catania firmato dal fashion illustrator Jacopo Ascari. A conclusione della serata la proiezione del film biografico su Tupac Shakur “All Eyez on Me” e un talk con Giuliana Patti ballerina e coreografa di hip hop.

Sabato 21 gennaio giornata dedicata interamente a una serie di talk sulla moda con Bruno Gianesi per arrivare al Closing Party di domenica 22 in cui 5 modelle interagiranno con una hip hop performer. La colonna sonora sarà interamente dedicata agli anni ’80.

Maggiori dettagli sull’intero progetto espositivo, galleria immagini e testi sono disponibili sul sito

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*