Catania News

Dopo la fontana dell’Elefante si rifà il look anche la pavimentazione di piazza Duomo. Hanno avuto inizio i lavori di riqualificazione della base calpestabile del monumento simbolo di Catania, mèta ineludibile del turismo e cuore della città. L’area che circonda l’elefante presenta, infatti, una pavimentazione in parte sconnessa e non aderente al piano di posa, oltre a una ampia superficie di lastre rotte e non più riutilizzabili. Il resto della piazza pavimentata con basole in pietra lavica, invece è in buono stato e al momento non necessita di alcun intervento. La sistemazione dell’intera pavimentazione situata in prossimità della fontana dell’Elefante in Piazza Duomo è stata deliberata con una variazione di bilancio operata dalla giunta Trantino nello scorso mese di Ottobre (220 mila euro la spesa complessiva stanziata) finanziando l’opera con i proventi dell’imposta di soggiorno, nell’ambito della Direzione comunale al Turismo a cui gestione è affidata al capo di gabinetto Giuseppe Ferraro.

“La riqualificazione della piazza Duomo -ha spiegato il sindaco Trantinorientra nel piano di azione ad ampio raggio che l’Amministrazione Comunale sta compiendo per valorizzare i monumenti e le zone a maggiore vocazione turistica, in modo da rendere sempre più attrattiva la città. Voglio ricordare, che sono in corso i lavori per la riqualificazione del monumento a Bellini in piazza Stesicoro e che durante le festività natalizie sono state illuminati altri quattro importanti siti di grande significato storico-monumentale. Un’attività di continua rigenerazione della città –ha aggiunto il primo cittadino- che contiamo di portare avanti anche nei prossimi mesi anche per via di un incremento turistico che per fortuna prosegue e anzi è progressivo e che consente di incassare somme aggiuntive con la tassa di soggiorno che spenderemo per migliorare ancora di più la funzionalità della città e la qualità dell’offerta turistica”.

L’ultimo intervento importante di rifacimento dell’intera pavimentazione della piazza Duomo, furono completati circa venti anni fa, quando si decise di sistemare la pavimentazione di due piazze barocche di Catania, piazza Duomo e piazza Università.  Durante quei lavori, tutt’intorno alla statua dell’Elefante, fu realizzata una pavimentazione di marmo grigio di Taormina ovvero in pietra di Mirto, che forma un cerchio e incornicia la fontana e il Liotru. La tipologia di marmo utilizzato, però, ha una sezione piuttosto sottile che non ha retto al peso di mezzi di trasporto; da qui la necessità di intervenire con lavori intorno alla fontana dell’Elefante rifacendo l’intera pavimentazione. La priorità dell’intervento, operato con la supervisione dei tecnici dell’assessorato comunale ai lavori pubblici retto da Sergio Parisi, è diretta principalmente al rifacimento della pavimentazione in pietra di Mirto di spessore aumentato, ricostruendo la forma del cerchio che incornicia la fontana e il Liotru all’interno del basamento in pietra lavica, con una lettura cromatica omogenea dell’intera base calpestabile. Secondo le previsioni, i lavori dovrebbero concludersi all’inizio della stagione estiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post