SpettacoloTeatro

“L’Inferno di Dante non è soltanto lo spettacolo più visto in Sicilia negli ultimi anni, ma è certamente il più atteso dai turisti italiani e stranieri come confermato dai tour operator durante l’ultima Bit, la Borsa internazionale del Turismo svoltasi a Milano”. Lo ha detto Giovanni Anfuso, regista del kolossal dei record (oltre centomila spettatori dal 2018 a oggi) prodotto da Buongiorno Sicilia, ricordando come l’assessore regionale al Turismo Elvira Amata avesse presentato alla Bit l’Inferno come “cuore di un progetto culturale per la promozione delle Gole e dell’intera Valle dell’Alcantara”. E il sindaco di Motta Camastra Carmelo Blancato ha sottolineato “la soddisfazione dell’Amministrazione comunale per questo nuovo ciclo di repliche di un lavoro teatrale di notevole livello, tanto da aver meritato il patrocinio del Ministero della Cultura e da destare grande interesse anche fuori dalla Sicilia e all’estero”.

L’anteprima per la stampa e le autorità dell’edizione 2024 dello spettacolo andrà in scena il 24 luglio mentre la prima è stata fissata per l’indomani. Le altre repliche andranno in scena ogni settimana dal giovedì alla domenica fino a settembre a eccezione della giornata di Ferragosto.

“Finalmente– ha commentato Alessandro Vaccaro, che con i fratelli Maurizio e Nino gestisce il Parco Botanico e geologico delle Gole – ci siamo: c’eravamo lasciati alla Bit di Milano con il grande successo riscosso dall’Inferno con i tour operator, estremamente interessati alla stagione 2024, e adesso possiamo annunciare la partenza dello spettacolo. Dando così risposta alle quotidiane richieste da parte di numerosissimi turisti e anche di persone che vogliono rivedere lo spettacolo e ci chiedevano di conoscere il calendario delle rappresentazioni”.

Giovanna Mangiù è Francesca da Rimini (foto Santo Consoli)

“Come sempre – ha aggiunto Anfusofaremo del nostro meglio per far conoscere al mondo intero la meravigliosa lingua di Dante facendo risuonare i suoi versi in un luogo unico e irripetibile come le Gole”.

Gli attori di questa nuova stagione di Inferno saranno, in ordine d’apparizione, Liliana Randi (Narratrice), Luciano Fioretto (Turista e Caronte) Angelo D’Agosta, (Dante), Salvo Piro (Virgilio), Giovanna Mangiù (Francesca da Rimini, Messo dal Cielo), Davide Pandolfo (Ciacco),  Francesco Bernava (Farinata degli Uberti), Rosario Minardi (Ulisse), Davide Sbrogiò (Ugolino).  In scena ci saranno poi i dannati a eseguire le coreografie di Fia Di Stefano. Vanno poi citati i costumi di Riccardo Cappello, le musiche di Nello Toscano e gli effetti speciali di Alfredo Vaccalluzzo. Simone Trischitta si occupa dell’organizzazione generale, l’aiuto regista Agnese Failla, il light designer Davide La Colla, il sound designer Enzo Valenti e l’assistente alla regia Lucia Rotondo.

Qr code della Fondazione Yfu notizie e traduzioni in cinque lingue sull’Inferno

Torna inoltre, dopo il successo dello scorso anno, un ausilio promozionale suggerito a Buongiorno Sicilia dall’assessore Amata: cartoline con un codice a barre bidimensionale che consente di vedere un suggestivo filmato e soprattutto leggere, in più lingue, note e informazioni su Inferno.

“Poiché quest’anno – ha detto Sebastiano Nuccio Angelico, direttore nazionale della Fondazione Yfu Italia – si prevede una considerevole partecipazione di pubblico straniero, la Produzione ci ha chiesto di rafforzare uno strumento molto apprezzato lo scorso anno. Cioè un Qr code che consente di accedere a filmati e immagini e a una descrizione dello spettacolo scritta in più lingue”.

La Fondazione Yfu è un’organizzazione no-profit in rete con 49 soggetti internazionali che si occupa di accogliere studenti stranieri e preparare quelli italiani a frequentare scuole estere. E considera un’autentica missione quella di educare i cittadini di tutto il mondo al rispetto delle diverse  identità socio-culturali e di far conoscere tesori preziosi della letteratura. Come quella Divina Commedia che viene definita dagli studiosi La prima grandissima opera scritta in una lingua europea moderna, un poema universale in una lingua-miracolo.

“Quest’anno – ha spiegato Angelico – offriremo un numero maggiore di dettagli, con nuove traduzioni in cinque lingue: italiano, francese, tedesco, spagnolo e russo, così da consentire a tutti di avere maggiore coscienza di ciò che vedono. Dante Alighieri è un’icona della nostra Cultura e pensiamo che debba essere meglio conosciuta anche dal pubblico estero che si mostra così interessato”.

Riguardo, infine, alla vendita dei biglietti di Inferno, questi possono essere acquistati on line su Boxoffice Sicilia (www.boxofficesicilia.it) ma la Produzione ne ha riservato una cospicua quota per il Botteghino delle Gole aperto ogni giorno dalle 19.30. Per informazioni è possibile chiamare il numero di Buongiorno Sicilia (347 638 0512) attivo tutti i giorni dalle nove alle ventuno per telefonate o messaggi Whatsapp. Altre notizie, anche curiosità sullo spettacolo, potrete trovarle infine sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/InfernoDiDanteOfficial/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post