sportVari

Quaranta impianti di gioco. Ben 3783 atleti (dato ufficiale dopo la defezione dell’Afghanistan), 30 nazioni, in rappresentanza di 4 continenti. I dati ufficiali confermano la valenza straordinaria sul piano internazionale della quinta edizione dei Mondiali dello Sport d’Impresa (World Company Sport Games), una mini Olimpiade, nell’anno dei Giochi di Parigi, sotto l’egida dello Csain (Centri Sportivi Aziendali Industriali).

LA PRESENTAZIONE. Catania sarà il cuore pulsante dell’evento iridato che punta più di ogni altro a curare il “welfare” aziendale, a regalare emozioni forti e a coniugare la perfetta sinergia tra sport e turismo.

In conferenza stampa, stamani nella Sala E7 delle Ciminiere, i concetti “principe” del Mondiale dello Sport d’impresa, sono emersi negli interventi tecnici e organizzativi del presidente nazionale Csain Luigi Fortuna; del vicepresidente mondiale della W.F.C.S. (World Federation for Company Sport), Umberto Ilardo; del vice presidente nazionale vicario Csain, Salvo Spinella; del vice presidente vicario regionale Coni Sicilia, Enzo Falzone.

A inaugurare gli interventi proprio il sindaco del Comune di Catania e della Città Metropolitana, Enrico Trantino. Significative e di forte impatto sono state le parole di Musa Lami, segretario della WFCS.

 

Presenti il sindaco di Mascalucia, Enzo Magra; l’assessore allo Sport del comune di Sant’Agata Li Battiati, Tino Cannavò, e il collega del comune di Maletto, Carmelo Melardi. Salvatore Fiore, direttore generale Fce, ha parlato di mobilità sostenibile e di trasporti per un evento che presenta una nutrita partecipazione.

 

LE GARE. Trentuno discipline in programma (tre delle quali paralimpiche). Un tour de force ricco di sport. Oltre Catania il Mondiale toccherà i comuni di Maletto, Enna, Acireale, Gravina, Sant’Agata Li Battiati, Siracusa, Linguaglossa, Mascalucia e San Giovanni La Punta. Diverse le “location” a cielo aperto, alcune delle quali decisamente suggestive e di grande impatto.

Entrando nel dettaglio, Catania ospiterà le gare di atletica leggera su pista (Campo Scuola) e su strada (circuito cittadino con partenza e arrivo su piazza Università); badminton (PalaCatania), basket (Leonardo da Vinci e Pala Zurria); basket 3×3 (nella riqualificata piazza dedicata a Franco Battiato); beach volley (Capannine); Bowling (Bowling La Plaja), bridge (le Ciminiere che accoglieranno anche gli iscritti ai tornei iridati di freccette, scacchi e calcio balilla), calcio a 11 (stadio Paratore); calcio a 5 (Duca D’Aosta e XXXI maggio); calcio a 7 (Leo Soccer e XXXI maggio). Il calcio camminato si giocherà, invece, al City Catania Sports Club, dove andrà in scena un torneo di padel con 140 partecipanti nelle varie categorie. Uno dei sport principe sarà il nuoto (Piscina di Nesima).

La pallamano, oltre a disputarsi al Pala Nitta di Catania calamiterà l’attenzione degli sportivi al PalaVolcan di Acireale (dove si disputerà anche la prova di tiro con l’arco) e al Palazzetto di Mascalucia). Il tennis tavolo si giocherà al Pala Abramo. Il petanque  – che schiera nel novero degli iscritti 325 atleti –  si giocherà alla Villa Bellini di Catania). Il Circolo di Tiro a segno coinvolgerà 60 appassionati da tutto il Mondo.

La pallavolo toccherà diversi impianti di Catania (Maria Ausiliatrice, PalaCus, PalaArcidiacono, Archimede, Dante Alighieri), di Gravina e Sant’Agata Li Battiati e San Giovanni La Punta (PalaClan). Il tennis si giocherà al Montekatira. L’autodromo di Pergusa ospiterà le gare di ciclismo, straordinario abbinamento confermato dallo stesso presidente del Consorzio, Mario Sgrò. La mountain bike si correrà, invece, a Maletto, all’interno del Parco Naturale. Il Picciolo di Castiglione sarà la splendida location per il golf (al via anche il presidente onorario di Csain, Giacomo Crosa, come annunciato da lui stesso in conferenza stampa). L’orienteering, invece, si svolgerà nella splendida pineta Ragabo (Linguaglossa) in mezzo ai boschi e a Siracusa, nell’incantevole Ortigia con partenza da piazza Minerva.

SKIN APRE IL MONDIALE. La globalità nel segno della musica. La cerimonia inaugurale, dopo la sfilata delle nazioni in gara, andrà in scena nella splendida location di Piazza Università di Catania.

Storia, cultura e tradizione si incroceranno e condivideranno le emozioni di un momento storico. La cantante Skin, leader degli Skunk Anansie, catalizzerà l’attenzione di tanti stranieri in una serata che prevede le rappresentazioni de “La Sonnambula” di Vincenzo Bellini e de “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

Il Centro Fieristico “Le Ciminiere”, dal 20 sera in poi, diventeranno il momento di intrattenimento e di straordinaria condivisione all’insegna della internazionalità. L’esibizione di Nello Mauro (danza del dragone) si annuncia molto attesa.

Ci sarà la musica di Riccardo Piparo (Ti.Pi.Cal.) e il tamburo dei Sambazita. Sabato la cerimonia finale vedrà l’esibizione del Ju-Jitsu Csain guidata dal maestro Cosimo Costa e il dj set dei Babilon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post