calciosport

Se in Serie A tutti guardano alla lotta Scudetto, per un posto nelle Coppe o per salvarsi dall’inferno della retrocessione, in Cadetteria l’agonismo non è minore e la furiosa lotta per trovare la massima categoria si fa ogni anno più affascinante. Ma poi c’è la Serie C, più complicata, più intricata, elettrizzante e aperta ad ogni risultato. Tre Gironi, tre campionati, tre storie diverse da raccontare e da vivere, ben 60 squadre e solo 4 posti a disposizione per sognare la Serie B, il campionato principe del calcio italiano. Naturalmente come ogni anno ci sono squadre favorite per la vittoria, chi viene messo prima nei pronostici per forza complessiva dell’organico, come ad esempio il Cesena, che già ad inizio stagione veniva indicata come grande favorita del girone B secondo gli addetti ai lavori, tifosi, ed anche considerando le scommesse sportive che gli appassionati di calcio consultano per capire l’andamento del campionato. E così tra sorprese e delusioni si è andata componendo la tabella delle squadre che hanno potuto coronare il loro sogno promozione, con i playoff promozione iniziati il 7 maggio e conclusi il 9 giugno con la gara di ritorno della finale. Tutto è partito dai turni dei Gironi con le squadre dalla seconda alla decima posizione che si sono scontrate per poter accedere poi alla fase nazionale dei Playoff.

Girone A

Dal Girone A, guardando la classifica sono entrate a far parte dei Playoff Triestina, Vicenza, Legnago Salus, Atalanta U23, Giana Erminio, Pro Vercelli, Trento, Lumezzane e Padova. L’Atalanta U23 ha fatto fuori prima il Trento e poi il Legnago, che a sua volta aveva battuto il Lumezzane. Giana Erminio invece ha battuto nel primo turno la Pro Vercelli ma è stata poi eliminata dalla Triestina. Il Vicenza ha avuto accesso agli ottavi di finale, quindi già nel turno nazionale e così il Padova, arrivato direttamente in semifinale.

Girone B

Le squadre provenienti dal Girone B invece erano Torres, Carrarese, Gubbio, Pescara, Perugia, Pontedera, Juventus Next Gen, Arezzo, Rimini. Il Pescara ha fatto fuori il Pontedera nel primo turno ma si è poi dovuto arrendere alla Juventus Next Gen che nel frattempo aveva eliminato l’Arezzo. Così è successo al Rimini che ha eliminato il Gubbio per 1-0 nel primo turno ma poi ha dovuto cedere il passo al Perugia. La Torres, arrivata ai d quarti direttamente ha perso la doppia sfida contro il Benevento, mentre infine la Carrarese, ultima delle promosse che ha ritrovato la Serie B dopo 76 anni, ha compiuto un percorso spettacolare, arrivando direttamente agli ottavi, facendo fuori prima il Perugia, poi ai quarti la Juventus con un doppio pareggio, in semifinale contro il Benevento ha usufruito della migliore posizione e infine in finale è bastato un 1-0 nella gara di ritorno dopo lo 0-0 dell’andata.

Stadio Massimino di Catania

Girone C

Avellino, Casertana, Taranto, Picerno, Giugliano, Crotone, Audace Cerignola, Latina e Benevento sono invece le squadre che hanno potuto giocarsi la chance di salire in Cadetteria dal Girone C. Il Catania ha partecipato direttamente al torneo post season dal primo turno nazionale, prima battendo l’Atalanta U23 e poi venendo eliminata al turno successivo dall’Avellino. La Casertana ha invece incontrato l’Audace Cerignola, che aveva impattato al primo turno del girone contro il Giugliano ma passando per migliore posizione in classifica, per poi essere eliminata dalla Juve Next Gen. Il Picerno invece, battuto il Crotone nel primo turno, ha dovuto cedere il passo al Taranto nel turno successivo. Taranto che, passando al primo turno contro il Latina, a sua volta è stato eliminato al primo turno nazionale dal Vicenza. Il Benevento, infine, ha fatto un ottimo percorso passando per la vittoria contro la Triestina e la Torres ma dovendosi arrendere in semifinale contro la Carrarese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post