Cronaca

Un laboratorio per il confezionamento delle dosi di marijuana in casa di un pregiudicato di Adrano. È quanto scoperto dagli agenti del locale Commissariato che hanno denunciato in stato di libertà un adranita di 26 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nell’ambito dei controlli mirati per verificare la presenza di armi o stupefacenti nelle abitazioni di alcuni soggetti, i poliziotti hanno eseguito una perquisizione nella casa e nell’autovettura di un noto pregiudicato. Durante i controlli, è emersa una chiave, del tipo “mottura”, ritenuta riconducibile ad un altro appartamento utilizzato dall’uomo. Messo alle strette, il pregiudicato ha effettivamente ammesso agli agenti che la chiave trovata si riferiva ad un appartamento, sito al piano superiore dell’abitazione. A quel punto, i poliziotti hanno effettuato una nuova perquisizione nel locale, trovando diverso materiale, intriso di polvere bianca o verdastra, probabilmente cocaina e marijuana, tra cui ritagli di cellophane e carta alluminio, bilancini ed altro, il tutto usato per il confezionamento delle singole dosi.

A riprova delle attività illecite messe in atto dall’uomo, è stata scoperta della marijuana per un peso complessivo di 40 grammi, sequestrata insieme al materiale ritrovato. Per questa ragione, il pregiudicato adranita è stato denunciato per il reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post