Catania News

Domenica 7 luglio, a partire dalle ore 19.00, in Piazza dei Libri, l’appuntamento con Francesca Albanese, Relatrice Speciale delle Nazioni Unite sui Territori Palestinesi Occupati ed autrice del libro “J’accuse, Gli attacchi del 7 ottobre, Hamas, il terrorismo, Israele, l’apartheid in Palestina e la guerra” scritto con il giornalista Christian Elia, con la postfazione della filosofa Roberta De Monticelli, edito da Fuoriscena Libri. Dialogheranno con l’autrice: Sharif Hamad, palestinese, che porterà in Piazza una testimonianza diretta di ciò che sta accadendo nella Striscia di Gaza e Marta Bellingreri, giornalista e ricercatrice.

Nel corso della serata inoltre verranno lette alcune poesie di autori e autrici palestinesi con l’accompagnamento musicale di Mahnoud Hamad, compositore e musicista palestinese.

L’incontro è promosso e realizzato dall’Associazione culturale Gammazita, in collaborazione con i Catanesi solidali con il popolo palestinese, con la finalità di analizzare attraverso il diritto, dati e rapporti alla mano, storia e ragioni del conflitto che sta lacerando la Palestina e il mondo intero.

«La verità prima di tutto» è l’inizio del più famoso J’Accuse della storia moderna, quello di Émile Zola. La verità prima di tutto è anche il movente che ispira “J’Accuse” di Francesca Albanese e Christian Eliasaggio che raccoglie la preziosa testimonianza della Relatrice Speciale Onu sui Territori Palestinesi Occupati da Israele dal 1967Attraverso il lavoro svolto da Francesca Albanese in Palestina e confluito in tre Rapporti Internazionali – presentati rispettivamente nell’ottobre 2022, nel luglio e nell’ottobre 2023 – è possibile documentare in maniera incontestabile l’affermarsi di una condizione di apartheid e di occupazione neocoloniale con migliaia di vittime.

Francesca Albanese è una giurista e accademica, specializzata nei diritti umani e in questioni relative ai rifugiati nel mondo arabo. Nel 2022 è stata nominata relatrice speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani nei territori palestinesi occupati, è la prima donna nella storia a ricoprire questo incarico. In precedenza ha lavorato come esperta di diritti umani per l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani e l’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro dei rifugiati palestinesi. È ricercatrice affiliata presso la Georgetown University. Il libro “J’accuse” rappresenta quindi il bilancio di un ventennio di profonda conoscenza del territorio e impegno sul campo.

Il libro nasce prima degli attacchi del 7 ottobre 2023 – in un momento in cui l’attenzione mediatica sulla situazione in Israele e nei territori palestinesi era prossima allo zero –voleva essere anzitutto uno strumento per comunicare ai lettori l’urgenza di un tema che non poteva essere ignorato, nonché uno strumento per orientarsi in una questione internazionale intricata utilizzando il diritto. Dopo il brutale e intollerabile attacco di Hamas, e dopo la guerra conseguente su Gaza, l’attenzione mediatica su Israele e Palestina è diventata massima, eppure resta impantanata in contrapposizioni fuorvianti che impediscono la reale comprensione di una storia che non comincia di certo il 7 ottobre. A partire dalle pagine del libro, questa domenica, discuteremo insieme a Francesca Albanese e ad altri esperti, di quello che sta accadendo in Palestina e in Israele per aiutarci a capire ciò che i media occidentali non raccontano e che non vediamo. Ampio spazio verrà riservato anche alle domande da parte delle persone presenti. L’incontro si svolgerà presso Piazza dei Libri, all’aperto e ad ingresso libero, sarà anche possibile acquistare il libro “J’accuse, Gli attacchi del 7 ottobre, Hamas, il terrorismo, Israele, l’apartheid in Palestina e la guerra“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post