EcoOzon, l’idea degli studenti del Bartolo di Pachino conquista un premio speciale alla finale nazionale Impresa in azione

Gli studenti del “Bartolo” assieme a Mario Roccaro

Ha conquistato il premio speciale di Citi Foundation “Client Focus Award” alla finale nazionale di JA Impresa in Azione l’idea “EcoOzon” delle classi V B e V D dell’ Itis dell’istituto superiore “Michelangelo Bartolo” di Pachino.

Gli studenti Gabriele Andolina, Danny Fiorilla, Giorgio Di Rosa, Giorgio Di Mauro, Vincenzo Sgandurra, Damiano Garofalo, Suwin Ganarachchi Mendia, guidati dall’insegnante Sebastiano Giannitto hanno proposto un ozonizzatore. Il dispositivo è in grado di ridurre cariche fungine e batteri nei prodotti agroalimentari freschi e durante il confezionamento automatizzato riducendo lo spreco alimentare, ma anche di inattivare i virus e sanificare l’ambiente. Può essere utilizzato anche in agricoltura, in alternativa a pesticidi e prodotti chimici evitando gli effetti collaterali dannosi alla salute e non ecosostenibili.

L’idea di business degli studenti pachinesi e Agridron della V B dell’istituto “Mario Rutelli” di Palermo, hanno superato la fase regionale dell’edizione 2020/21 di Skills for the Future, che ha previsto 3 sfide del settore agro-alimentare: “Food losses and/or waste”, la lotta allo spreco alimentare e “Agriculture 4.0”, ovvero le innovazioni tecnologiche in ambito agricolo, “Healthy nutrition and prevention of non-communicable diseases”, per trovare soluzioni per contribuire a una nutrizione salutare per prevenire malattie non trasmissibili.

Processo di ozonizzazione (Diritto d’autore foto Gabriele Andolina)

Successivamente EcoOzon è approdata alla finalissima nazionale di Impresa in Azione, il programma di imprenditorialità e sviluppo competenze trasversali di Junior Achievement Italia svoltasi giovedì 3 giugno, aggiudicandosi l’importante riconoscimento con la motivazione: “Per la capacità di rispondere in modo innovativo a un bisogno attuale per ciascuno di noi”.

I ragazzi pachinesi si sono confrontati con altri 15 mila studenti provenienti da tutta la penisola e la loro idea “EcoOzon” ha sfidato le altre 220 incassando il parere positivo della giuria nazionale durante l’evento finale, in cui è intervenuto il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani.

EIT Food è fiera di avere avuto il progetto ECO-OZON di Skills for the Future come finalista e vincitore di un premio speciale di Impresa in Azione. – ha dichiarato Mario Roccaro, responsabile del progetto per EIT Food – Questo risultato conferma la validità del nostro programma nel portare l’educazione all’impresa nella scuola come strumento per risolvere le sfide future del sistema Agro-alimentare. Inoltre, abbiamo assistito alla crescita di futuri talenti che ora credono nelle loro capaimage4.jpegimage2.jpegimage1.pngcità creative e hanno stimolato la loro abilità di trovare soluzioni a un problema. Ci auguriamo, altresì, di aver motivato gli insegnanti coinvolti a continuare ad istruire i futuri talenti verso l’educazione all’impresa in una regione con tradizione agro-alimentare ma modesta capacità di innovazione”.

“Neanche la pandemia ha fermato le studentesse e gli studenti coinvolti in questo progetto – ha dichiarato il presidente di JA Italia Antonio Perdichizzi -, dimostrandoci come l’innovazione e l’entusiasmo possano superare qualsiasi limite o barriera. In ogni mini-impresa troviamo l’applicazione concreta di tutte quelle conoscenze imprenditoriali acquisite durante l’affiancamento al percorso scolastico e ritroviamo quell’impegno e quella dedizione messa a disposizione tanto dai docenti e dai volontari provenienti dalle nostre aziende partner che sono rimasti sempre accanto ai ragazzi e alle ragazze anche a distanza”

EIT

European Institute of Technology (EIT) è un organismo creato dall’Unione Europea nel 2008 che opera tramite le Comunità della Conoscenza e dell’Innovazione (CCI) per esempio EIT Food. Le CCI sono partenariati pan-europei dinamici e di lungo periodo tra aziende leader, laboratori di ricerca e imprese, ognuna dedicata alla ricerca di soluzioni per una sfida settoriale globale specifica, al fine di rafforzare la capacità d’innovazione dell’Europa.

Junior Achievement (JA) Italia, partner italiano del progetto, collaborerà con EIT Food, il consorzio pan-Europeo che si occupa di imprenditorialità e innovazione del settore food, per incoraggiare la prossima generazione di innovatori e imprenditori in Europa a trovare modi per costruire una società europea più sostenibile nel settore alimentare.

JA Italia

Junior Achievement è la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola. In 122 Paesi, la rete di JA riunisce oltre 465.000 volontari d’azienda provenienti da tutti i settori professionali e, con loro, raggiunge più di 10 milioni di studenti al mondo. Dal 2019, Junior Achievement è inserita da NGO Advisor al settimo posto nella classifica mondiale Top500NGO. Dal 2002, in Italia, ha costruito un network di professionisti d’impresa, fondazioni e istituzioni, educatori e insegnanti che, secondo logiche di responsabilità sociale e volontariato, forniscono strumenti e metodi didattici pratici e concreti. Grazie a loro, JA Italia ha formato nell’a.s. 2020/2021 oltre 130 mila giovani dai 6 ai 24 anni, valorizzandone le attitudini, insegnando loro come riconoscere le opportunità, affinché il futuro diventi una promessa di speranza e gli studenti di oggi siano protagonisti nel lavoro di domani. www.jaitalia.org

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*