Sempre più barboni nel quartiere Borgo – Sanzio, segnalazione del Comitato Vulcania: “Non vogliamo rassegnarci al degrado!”

Senzatetto a piazza Verga

Una delegazione del Comitato Vulcania per l’ennesima volta, a seguito delle tante segnalazioni, ha effettuato dei sopralluoghi nel quartiere Borgo Sanzio e purtroppo da tempo il degrado e la mancanza di decoro del quartiere sono sotto gli occhi di tutti. In alcune zone del quartiere Borgo-Sanzio trovano rifugio i senzatetto nascosti o molto visibili. Le ultime denunce arrivano dalla Piazza G. Verga, Via A. Longo, Via Aloi (traversa di Corso Italia), Via Calatabiano, V.le XX Settembre, Corso Italia, Via Etnea, Via Milano, Via P. Salvatore, Via Toselli, Via Bernini (traversa V.le V. Veneto), V.le Africa e tante altre, dove si è creato un vero e proprio accampamento di barboni, alcuni dormono in tende. C’è rabbia e delusione. È un problema non solo di quiete ma anche igienico-sanitario perché urinano sui muri, nei cassonetti dell’immondizia, nei giardini e il cattivo odore è diventato insopportabile. Non hanno rispetto per il decoro urbano.

Da tantissimo tempo nel rinomato quartiere si vive questa situazione di degrado che è sotto gli occhi di tutti. Interviene il presidente del Comitato, Angela Cerri: “Ennesima segnalazione di senzatetto invisibili. Fenomeno preoccupante! Siamo sensibili e ci duole il cuore vedere nostri simili abbandonati alla indifferenza. Ci vergogniamo! E’ impossibile che l’amministrazione comunale non si sia resa conto che tutto ciò crea molto disagio a passanti e residenti. Non sono certo i primi casi di degrado documentati a Catania ma solo che negli ultimi anni le segnalazioni si sono moltiplicate, portando il quartiere agli onori della cronaca. In un tempo remoto, negli anni ‘90, questo quartiere era un fiore all’occhiello del centro Catania. I cittadini denunciano il senso di abbandono da parte delle istituzioni e l’assenza di Vigili e Forze dell’Ordine per far rispettare le regole di decoro.  Si percepisce nell’aria un generale sentimento di sfiducia verso chi dovrebbe occuparsi dei disagi della città e invece preferisce volgere lo sguardo altrove. Si chiede a chi di competenza di dare risposte positive ai residenti del quartiere. Non vogliamo rassegnarci a questo degrado! Ci auguriamo che l’Amministrazione, dopo le numerose segnalazioni fatte da diversi anni, al più presto possa prendere seri provvedimenti“.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*