I 75 anni del Cus Catania, al via i festeggiamenti, il 9 aprile cerimonia con una sfilata per la pace

La presentazione

Si è svolta nell’Aula Magna del CUS Catania alla Cittadella Universitaria la conferenza di presentazione per il 75° anniversario della fondazione del CUS Catania, nato nel 1947. Dal mese di aprile entrano, infatti, nel vivo i festeggiamenti. Presenti all’evento il Magnifico Rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo, il presidente del CUS Catania Luigi Mazzone, l’assessore allo Sport del Comune di Catania Sergio Parisi. Nel corso della conferenza è stato letto anche un messaggio del ministro dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa e del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Durante la conferenza è stato presentato il calendario dei festeggiamenti che si inoltreranno fino a giugno del 2022, oltre ad altre iniziative che accompagneranno l’importante ricorrenza. L’incontro è stato anche l’occasione per svelare il logo realizzato per l’anniversario che marchierà tutte le manifestazioni che vedranno protagonista il CUS.

Il logo dei 75 anni del Cus Catania

 “Università di Catania e CUS hanno un legame indissolubile – ha detto il Rettore dell’Università di Catania, Francesco Prioloperché lo sport è cultura per tutte le nostre studentesse e i nostri studenti e per la loro formazione. Da 75 anni portiamo avanti questo rapporto con un lavoro attento e di questo ringrazio il presidente Luigi Mazzone per tutto quello che ha fatto e sta facendo. Superata la pandemia i nostri studenti stanno ritornando nelle aule e negli spazi del CUS per allenarsi e dare quelle soddisfazioni che ci hanno regalato in questi 75 anni. Su tutti ricordo la medaglia olimpica di Angelo Arcidiacono a Los Angeles nella sciabola a squadre. E adesso ci attende il Palio d’Ateneo, una festa dello sport per gli studenti, e il Salone dello Studente proprio negli spazi del centro universitario sportivo. Credo che Unict e CUS con i suoi campi, palestre e attrezzature, ricalchino i modelli di campus americani consentendo agli studenti di poter vivere lo sport al fianco della formazione e al tempo stesso ottenere risultati anche in campo agonistico“.

 Il presidente del CUS Catania, Luigi Mazzone, ha ringraziato tutti i partecipanti all’evento sottolineando che: “Il CUS è di tutti, soci, atleti, dipendenti. È di chi da 75 anni a questa parte ha riempito di gloria questa storia bellissima che si chiama CUS Catania. Parliamo di una delle polisportive più grandi dell’Italia meridionale che possono godere di grandi spazi e impianti creati in occasione delle Universiadi del ’97 che ci hanno permesso di ottenere dei risultati straordinari. La storia sportiva della città di Catania è passata e passa attraverso il CUS che vanta tantissime eccellenze che sono nate e cresciute in questa realtà. Tutto ciò per me, che rappresento questa istituzione, è motivo di gradissimo orgoglio. Il nostro slogan dice che ‘La storia dello sport si scrive con i valori’, perché le medaglie si mettono nei cassetti e ciò che resta sono i valori, quelli che ci appartengono e cerchiamo di tramandare, su tutti fratellanza e solidarietà. Non a caso la cerimonia di apertura dei festeggiamenti per il nostro anniversario sarà una manifestazione per la pace”.

 “In un momento così difficile per lo sport – ha dichiarato l’assessore allo Sport del Comune di Catania, Sergio Parisi  iniziative come questa rappresentano un segnale di speranza.  Il CUS è il fiore all’occhiello dello sport catanese. Nonostante i grandi impianti a disposizione del CUS, come Amministrazione stiamo facendo la nostra parte cercando di riqualificare quante più strutture sportive. Il CUS da sempre riesce a creare un grande senso di appartenenza per chiunque ne entri a far parte e in questo senso il presidente Luigi Mazzone sta lavorando in modo straordinario“.

Il 9 aprile alle 17.00 si terrà la cerimonia di apertura. Tesserati, atleti, agonisti, tecnici, dirigenti, dipendenti, iscritti ai Centri Avviamento allo Sport, daranno vita a una sfilata lungo via Etnea, dalla Villa Bellini fino a Piazza Università. Si sfilerà per la pace in Ucraina e anche il pubblico presente potrà unirsi per testimoniare il proprio “no” alla guerra. 

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*