La programmazione a Catania del nuovo Spazio indipendente Moby Dick tra cinema, teatro, musica, arti visive, laboratori e ricerca

Moby Dick

Entra nel vivo, con un ricco programma di eventi culturali, l’attività di un nuovo spazio a Catania, l’associazioine culturale Moby Dick, con sede in via Asilo Sant’Agata 35. Si tratta di uno spazio indipendente dedicato alla ricerca nell’ambito del teatro, della danza e delle arti visive nel territorio catanese. “Moby Dick” è nata grazie all’impegno, ai sacrifici, all’esperienza di Carmelo Failla ed Elvio Amaniera e mira – come sottolineano gli ideatori dello spazio- a diventare una vera e proprio fucina, aperta all’intera comunità di artisti, accogliendo i nuovi linguaggi del contemporaneo e sarà fruibile soprattutto come luogo destinato alla creazione e alle prove. Prevede anche laboratori multidisciplinari, destinati ai più giovani e seminari di breve durata”.

Esposizione fotografica

Lo scorso 1 aprile è iniziata la programmazione primaverile dell’Associazione Moby Dick con la rassegna cinematografica “La Sicilia nel Cinema Letteratura, Costume e Società“, a cura di Carmelo Failla, con la proiezione del film “Baaria” di Giuseppe Tornatore seguita da un rinfresco e dibattito. La rassegna ha poi presentato “Kaos” di Paolo e Vittorio Taviani ed il 15 aprile verrà proiettato “Il 7 e l’8” con Ficarra e Picone. Altri appuntamenti, sempre alle ore 19.00, con prenotazione a: spaziomobydick@libero.it , saranno il 13 maggio con “Un bellissimo Novembre”, regia di Mario Bolognini, il 20 maggio con “L’arte di arrangiarsi” regia Luigi Zampa ed infine il 27 maggio con “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante.

Locandina attività culturali Moby Dick

Oltre alla interessante rassegna di film la programmazione dello Spazio Moby Dick prevede una rassegna artistica e figurativa, tra aprile, maggio e giugno, curata da Claudio Bonaccorsi inaugurata lo scorso 4 aprile dalla Mostra fotografica “Attrici nel teatro contemporaneo nelle immagini di Claudio Bonaccorsi”, con scatti effettuati principalmente al Teatro Erwin Piscator di Catania. La rassegna ha poi in programma la Mostra (rinviata per motivi tecnici) di sculture – Ceselli-Disegni, “Omaggio al Maestro Pippo Failla”, uno tra gli artisti più famosi e amati di Catania. Sua la realizzazione della porta della “Chiesa di N.S. di Monserrato” a Catania, un medaglione cesellato raffigurante “Pio XII” e una scultura in ferro raffigurante “La Natività” si trovano poi al Museo d’Arte Moderna del Vaticano.

Il 15 maggio esporrà le sue opere, con la Mostra “Sicilia 35×50”, il Maestro Giuseppe Mario Frezza, un percorso sui colori e odori ammalianti dei paesaggi siciliani. Nel 2014 ha personalmente donato la sua opera “S. Agata mito celestiale” al “Santo Padre Papa Francesco”, tanti i premi vinti, tra cui la “Giara d’Argento” e le esposizioni. Il 26 maggio poi una collettiva di pittura con artisti scelti dalla pittrice Lucrezia Taormina, il 10 giugno sarà la volta della Mostra “Granelli di Sabbia” del pittore Francesco Sabbia che esporrà la sua raccolta di opere in cui percorre la sua visione dell’ambiente. Infine chiuderà il 17 giugno la rassegna artistica il Maestro Nicolò Montalto e tra le tante cose che si potrebbero ricordare di lui, segnaliamo che ha aperto nel 1975 il Centro di Arte Terapia di Catania, è stato direttore artistico dell’Accademia d’Arte Sperimentale, ha firmato le scene del Pistacchio d’Oro di Bronte ed ha insegnato all’Istituto Statale d’Arte di Catania “Disegno di Architettura e Arredamento con la direzione dei relativi laboratori”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*