Controllo straordinario del territorio delle Volanti nel rione San Cristoforo, elevati 20 verbali per violazioni al Codice della Strada

Controlli della Polizia

Nella serata di ieri, è stato effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio nel rione San Cristoforo con l’impiego di personale dell’UPGSP, del Commissariato San Cristoforo, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, di un’unità cinofila antidroga e una antiesplosivo, nonché di personale della Polizia Locale. Il servizio espletato è stato finalizzato a garantire il rispetto della legalità e l’osservanza delle regole del Codice della Strada, soprattutto alla guida dei ciclomotori, nonché a reprimere l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e a controllare il rispetto delle misure detentive ed alternative alla detenzione.

Complessivamente sono stati effettuati 6 posti di controllo, sottoposti a controllo 9 veicoli e 28 persone, elevati 20 verbali per violazioni al Codice della Strada, tra i quali un verbale di sequestro e tre verbali per fermo amministrativo. Altresì, si è provveduto a controllare 11 soggetti sottoposti a misure restrittive delle libertà personale e gli avventori di un bar.

Nella serata di ieri, medesimo personale delle Volanti impegnato nell’attività di controllo del territorio a San Cristoforo notava un motociclo con a bordo due giovani privi del prescritto casco protettivo; il conducente del veicolo a due ruote, alla vista della volante, accelerava repentinamente per eludere il controllo, zigzando tra le autovetture in transito. Nella circostanza venivano denunciati in stato di libertà per resistenza a Pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità i due che risultavano essere minori e, inoltre, veniva denunciata in stato di libertà la madre di uno dei due per resistenza, oltraggio e minacce a Pubblico ufficiale e il fratello dell’altro, per oltraggio, minacce e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente. Durante le fasi di identificazione di quest’ultimi, numerose persone tentavano di contrastare l’operazione; pertanto, si è reso necessario l’intervento di altri equipaggi che consentivano di portare al termine il controllo.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*