“A bridge to the past” il 9 settembre a Siracusa con Dario Chillemi e Elodie Blume

A Siracusa un concerto per chitarra e voci, all’ex convento del Ritiro, nell’ambito della mostra “Limitrofi – Solo lo spazio ricorda” degli artisti Stefania Pennacchio e Vassilis Vassiliades. L’appuntamento è per venerdì 9 settembre alle 21 con “A bridge to the past” – Un ponte sul passato, questo il titolo dell’evento musicale, a ingresso gratuito, promosso dall’associazione culturale Leucò, e che vedrà protagonisti il chitarrista di Catania, Dario Chillemi, e la cantante parigina, cresciuta in una famiglia franco-americana-israeliana, Elodie Blume.

La mostra d’arte “Limitrofi – Solo lo spazio ricorda”, che continuerà a essere visitabile fino al 20 settembre, da martedì a domenica, dalle 10 alle 13, ha origine dall’incontro tra gli artisti Stefania Pennacchio e Vassilis Vassiliades con il curatore Jean Blanchaert. L’inaugurazione è stata preceduta da una conferenza stampa avvenuta a Milano, a maggio scorso, a Palazzo Reale, e da una giornata di studi dal titolo: “Kairos/Limitrofi: Solo lo spazio ricorda – Confronto tra Greci d’Oriente e Greci d’Occidente”, che si è invece tenuta a luglio a Palazzo Vermexio, in collaborazione con il Comune di Siracusa. La tappa successiva avrà luogo ad Atene, dal 13 al 30 ottobre prossimi, nella Fondazione Cacoyannis, anticipata dalla conferenza stampa che si terrà il 21 settembre all’Istituto di Cultura di Atene.

Ma intanto l’appuntamento è per venerdì con Dario Chillemi, musicista di Catania che ama la composizione e la libera improvvisazione, suonando musica antica e di altri Paesi. La sua musica è unica e ha influenze di stili diversi: classica, jazz, etnica… tutto nelle 6 corde della chitarra. Ascoltare il suo modo di suonare è come fare un viaggio nella propria coscienza. In questo contesto in particolare, l’artista interpreterà i concetti espressi dalle opere di Stefania Pennacchio e Vassilis Vassiliades attraverso la musica.

Elodie Blume è una giovane artista parigina, cresciuta in una famiglia franco-americana-israeliana. La sua musica è ispirata dalla diversità del suo background e viaggia in Spagna, Portogallo, Italia e Stati Uniti, riflettendo un mix di culture, colori musicali e libertà di espressione. Quando canta accompagnata dalla sua chitarra, cerca una connessione intima che parli direttamente da cuore a cuore in un’onda soul jazz. Dopo anni di concerti con molte band, studia all’Università del jazz di Parigi e presto inizierà un corso Erasmus a Bruxelles. Nel 2020 Elodie ha avviato un nuovo progetto con Dario Chillemi.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*