“Facciamo correre i Campioni” al via da Taormina la Staffetta per la Speranza

È partita, dalla Piazza IX Aprile di Taormina, la Staffetta per la Speranza “Facciamo correre i Campioni” organizzata da Fondazione Città della Speranza e patrocinata dall’Arma dei Carabinieri. La prima tappa Taormina-Scilla ha una lunghezza di quasi 70 km, di cui i primi 50 km da Taormina al porto di Messina sono stati percorsi da otto podisti, quattro del Comando Legione Sicilia e quattro del Comando interregionale Culqualber, tra cui il Generale di Brigata Salvatore Sgroi. Ad attraversare lo Stretto di Messina, invece, è stata la campionessa italiana di nuoto in acque libere Silvia Ciccarella che ha nuotato in solitaria fino a Villa San Giovanni dove ha passato il testimone a un podista della Scuola allievi di Reggio Calabria, che ha completato la tappa con gli ultimi 15 km fino a Scilla.

Sono onorata di aver partecipato alla Staffetta per la Speranza, occasione che mi ha permesso di realizzare uno dei miei tempi migliori: da Punta Faro a Cannitello in 31 minuti. Avevo già affrontato in passato la prova dello Stretto, ma fino ad oggi mai in solitaria. È stata una prova impegnativa ed emozionante che mi prepara alle prossime sfide che mi attendono” ha commentato Silvia Ciccarella.

La staffetta “Facciamo correre i Campioni” mira a supportare la ricerca oncologica pediatrica, tema centrale per la Fondazione Città della Speranza che si occupa di promuovere la ricerca scientifica contro le malattie oncologiche. La staffetta solidale è dedicata al Prof. Luigi Zanesco, Professore Emerito di Pediatria, fondatore dell’Oncoematologia Pediatrica di Padova e che vede gli atleti dell’Arma dei Carabinieri scortare provette simboliche attraverso tutta Italia, lungo il percorso che i campioni di sangue compiono quotidianamente, per raggiungere la Torre della Ricerca di Città della Speranza e la Clinica Oncoematologica Pediatrica di Padova.

La staffetta toccherà 8 diverse regioni Italiane fino a giungere il 17 settembre a Padova, dove saranno consegnate le provette simboliche che hanno attraversato l’Italia. Il percorso sarà affrontato dagli atleti, alcuni dei quali campioni nazionali dell’Arma dei Carabinieri che rappresentano il nostro Paese nelle diverse discipline a livello sportivo e desiderosi di supportare la ricerca.

Silvia Ciccarella

Le tappe della staffetta saranno le seguenti:

  • Lunedì 12 settembre partenza maratona percorso Taormina Giardini Naxos – Messina – Villa San Giovanni – Scilla
  • Martedì 13 settembre: maratona percorso Tropea – Cosenza
  • Mercoledì 14 settembre: tappa ciclistica Matera – Napoli
  • Giovedì 15 settembre: conferenza a Roma presso il Salone d’Onore del Coni, alla presenza del presidente Giovanni Malagò. Partenza percorso ciclistico Roma – Ancona
  • Venerdì 16 settembre: maratona percorso Riccione– Bologna
  • Sabato 17 settembre: maratona percorso Ferrara – Padova.

Fondazione Città della Speranza ringrazia i sostenitori che hanno permesso la realizzazione della Staffetta: Anthea Broker Assicurazioni, Trevibenne, Macinazione Lendinara, Sanpaolo Invest, Xacus Camice, Alessandro Bregolato, Falomo Materassi, Unicomm Marcello Cestaro, Frattin Auto, Franco Lanzarin, Consorzio Prosecco, Fabio Fontana – Tao Patch, Pregis Ristorazione, Flavio Destro Fideuram, Tuo Team, Sella Farmaceutica, Eismann, Ortoromi Società Cooperativa Agricola, Fitt Spa.   

Fondazione Città della Speranza

Fondazione Città della Speranza dal 1994 raccoglie fondi privati che destina alla lotta contro le malattie pediatriche. In quasi trent’anni ha investito quasi 90 milioni di euro in attività legate alla cura e alla ricerca nelle patologie infantili, destinando oltre 37,7 milioni di euro alla ricerca scientifica e finanziando oltre 166 progetti di ricerca. La Fondazione è il principale finanziatore dell’Istituto di Ricerca Pediatrica (IRP), un centro di eccellenza internazionale nella ricerca scientifica sulle patologie gravi dei bambini. Inaugurato nel 2012, è ospitato a Padova nella “Torre della Ricerca”, una struttura di oltre 17.500 mq, di cui 10.000 dedicati esclusivamente alle attività operative in diversi settori. Attualmente nella Torre svolgono attività 160 persone tra ricercatori e personale di staff dentro IRP ed un altro centinaio in aziende private del settore Life Science. IRP è oggi uno dei più grandi centri d’Europa e attualmente opera in 7 aree specifiche: oncoematologia, trapianto di cellule staminali e terapia genica; medicina rigenerativa; biotecnologie mediche; genetica e malattie rare; immunologia e neuroimmunologia; medicina predittiva e cardiologia sperimentale. Grazie ad un approccio multidisciplinare, IRP integra competenze in campo biomedico, della bioingegneria, della biochimica e della scienza dei materiali. Fondazione Città della Speranza finanzia annualmente anche le attività di Diagnostica avanzata, di cui la Clinica di Oncoematologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera – Università di Padova è centro di riferimento nazionale per la diagnosi di leucemie, linfomi e sarcomi.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*